Xiaomi
Negli ultimi mesi abbiamo visto Xiaomi puntare sempre di più all’internazionalizzazione, puntare al diventare una multinazionale a tutti gli effetti, ora però le sue dichiarazioni potrebbero rattristare qualcuno, vediamole!

A parlare è Hugo Barra, il vice-presidente dell’azienda cinese, il quale sembrerebbe ancora interessato a rendere multinazionale, uno dei produttori più amato al mondo, ma a suo dire, si sta correndo troppo, al punto che sarebbe persino il momento di fare un passo indietro.
Già, proprio così, Xiaomi vuole rallentare i suoi piani di espansione mondiale partendo dai mercati emergenti quali ad esempio quello Indiano e poi cominciare a diffondersi altrove, magari in europa, dove la concorrenza come sappiamo è davvero forte.
“Noi vendiamo una quantità di devices gigantesca in india, da 50 mila a settimana siamo passati già a 200 mila!”, ecco cosa dichiara Barra, certamente sono numeri impressionanti considerando che Xiaomi è sbarcata in india solo da poche settimane, e giustificherebbero la scelta dell’azienda di cercare prima di accumulare capitale e poi di iniziare a vendere nel nostro continente, in modo da evitare grosse perdite economiche in caso di mancato successo, insomma, prima di espandersi Xiaomi vuole avere le spalle coperte da una buona finanziaria interna.
Siamo certi ovviamente che la scelta di Xiaomi di fare le cose con calma sia condivisa da tutti i fan dell’azienda e soprattutto che porti ad un grandioso risultato, che Xiaomi diventi il principale antagonista di Samsung in futuro? beh, non lo sappiamo, sappiamo però che è la prima candidata a questo ruolo, ovviamente, vi terremo aggiornati sugli sviluppi della vicenda, che sembrerebbero però destinati a non arrivare presto!
[via]