nexus 6
Quando voi comprate un cellulare, la prima cosa che fate è provarlo, i tizi di iFixIt però la pensano diversamente, infatti, la prima cosa che amano fare è smontarlo pezzo per pezzo, oggi tocca al Nexus 6, vediamolo!

Possiamo finalmente gioire, Google e Motorola hanno creato un terminale talmente facile da riparare che ricorrere all’assistenza sarà realmente opzionale o in alcuni casi inutile, con un punteggio di ben 7/10 si porta a casa l’ambito premio che spetta ai terminali più semplici da riparare.
Collanti quasi assenti, molte viti e soprattutto ordine e componenti ben separati e definiti, ecco cosa è stata in grado di fare Motorola, il Nexus 6 infatti ha lasciato davvero sbalorditi i tizi di iFixIt, i quali sembrerebbe abbiano avuto qualche difficoltà solo nella rimozione della scocca posteriore la quale sarebbe fissata con dei collanti, non molto potenti, ma potrebbero comunque creare qualche fastidio ai meno esperti, mentre il resto dei componenti sarebbero semplicemente da rimuovere tramite viti o facendo leva su alcuni punti della scocca, certo, un utente per nulla esperto potrebbe facilmente sbagliare e confondersi, potrebbe rompere qualcosa, infatti, una delle pecche di questo cellulare durante la fase di riparazione sembrerebbe essere proprio il fatto di avere dei pin quasi nascosti e che un occhio poco attento potrebbe ignorare a caro prezzo, ma in generale, la rimozione di ogni singolo componente è relativamente semplice e qualsiasi utente con un buon set di arnesi di precisione può farlo a casa, ovviamente, tenendo presente che l’apertura del terminale invalida la garanzia.
Questo terminale sarebbe totalmente diverso rispetto al Nexus 9, il quale è stato prodotto da HTC e sarebbe estremamente difficile da riparare, come testimonia il suo teardown, il che segna una netta disparità tra il tablet e lo smartphone almeno per quanto riguarda la loro edizione 2014.
Ovviamente, insieme al teardown e alle varie informazioni e valutazioni, ci viene rilasciata una gallery dell’interno del nostro cellulare, eccovela:


[via]