Screenshot_2014-11-21-11-12-53

La svolta portata da Android 5.0 Lollipop è stata a prima vista estetica. Google ha introdotto una nuova filosofia per quello che riguarda il design del sistema operativo e delle apps, definito come ‘Material Design‘. Tutti i produttori ed le squadre che sviluppano custom ROM stanno integrando tale filosofia ai propri prodotti. Una società sta riscontrando diversi problemi e potrebbe non supportare appieno tale filosofia. Chi? Samsung!Il Material Design è stato molto apprezzato soprattutto perchè ha portato uniformità tra sistema ed apps. Google ha finalmente dato (e seguito) delle linee guida chiare e precise. Adesso troviamo colori vivaci ed elementi dell’interfaccia utente tridimensionali, pensati per migliorare l’esperienza di utilizzo e l’intuitività.

Sempre più sviluppatori stanno quindi aggiornando le loro applicazioni con la nuova filosofia stilistica. Fortunatamente, anche i dispositivi che montano versioni precedenti di Android (quasi tutti al momento) possono usufruire di apps basate sul Material Design; è sufficiente che  lo sviluppatore includa una libreria fornita da Google.
Questa libreria potrebbe essere un problema nei dispositivi Samsung. Secondo Koushik Datta, le apps con la libreria per supportare il Material Design crashano su dispositivi Samsung. Poiché si tratta di un problema che riguarda Samsung, l’unico modo per risolvere il problema è aspettare Samsung (e considerando che sta lavorando su Android Lollipop per i top di gamma non sarei così fiducioso sulle tempistiche) o rinominare le internal classes: opzione facilmente eseguibile grazie a ProGuard, un programma che ottimizza le applicazioni Android.

Voi avete avuto problemi con applicazioni che una volta aggiornate al Material Design non avete potuto utilizzare?

via