facebook

Facebook ha da poco cambiato alcune regole sulla privacy, vediamo di cosa si tratta e quali sono le cose che sa e usa del nostro account.

Facebook e la privacy, un tema dibattuto molto spesso perché il social network entra molto in profondità nelle nostre vite e siamo proprio noi a permetterlo quando creiamo un account e accettiamo tutte le condizioni e i termini che, sono sicuro, quasi nessuno legge.

Facebook: 5 cose da sapere sulla privacy

  1. da poco Facebook consente di mostrare pubblicità specifica al luogo dove vi trovate, prima il riferimento era solo alla città, oggi al punto preciso in cui vi trovate fornendo i dati grazie al bluetooth o alla connessione Wi-Fi. Oltre a ciò, Facebook può anche raccogliere informazioni dalle foto che condividete, includendo dove sono state scattate.
  2. Facebook non si limita a monitorare ciò che si fa sul suo sito. Raccoglie anche informazioni sulle vostre attività quando navigate al di fuori di Facebook. Ad esempio, se si utilizza Facebook per accedere a siti web esterni e ad applicazioni mobili, l’azienda riceverà i dati anche su quelli. Ottiene anche informazioni riguardo l’attività su altre piattaforme di sua proprietà, come WhatsApp e Instagram, in conformità con le politiche sulla privacy di quei servizi.
  3. Un sito web può utilizzare i cookies del browser per registrare le visite sul proprio sito chiedendo poi a Facebook di mostrare i propri annunci a quegli specifici utenti.
  4. Facebook spiega: “Raccogliamo le informazioni fornite quando si utilizzano i nostri servizi, quando ti iscrivi, crei o condividi messaggi o comunichi con gli altri.” Inoltre, Facebook dice che raccoglie anche informazioni su come si usa Facebook, come “i tipi di contenuti che visualizzi o con quale frequenza e durata svolgete le vostre attività.”
  5. Facebook sta testando uno strumento per permettere alle persone di effettuare acquisti direttamente tramite il proprio sito. Se poi decidi di fare un acquisto, Facebook raccoglierà informazioni circa la vostra transazione, compreso il numero di carta di credito e indirizzo di fatturazione e spedizione.

Insomma, Facebook sa ogni cosa di noi e utilizza tutto a suo vantaggio. Che navigando su internet ci fosse mancanza totale di privacy è ormai un dato di fatto, ma che si arrivasse a tanto è un po’ sconcertante, non credete?