snapchat
Snapchat sicuramente ha fatto il boom di utenti, ma stando ai report, molti di questi utenti non hanno la app ufficiale del servizio, il che potrebbe seriamente mettere a rischio tutta l’infrastruttura di privacy messa su dal creatore, come risolvere? Vediamo cosa ha da dire la società!

Come per Whatsapp, il quale tassativamente vieta i client di terze parti, anche snapchat potrebbe iniziare a fare altrettanto, disattivando (si spera temporaneamente) gli account di chi utilizza client di terze parti per accedere al servizio, soprattutto se si tratta di client che invece di cancellare le foto ricevute, le salvano da qualche parte all’interno della memoria del cellulare, cosa che contrasta fortemente con lo spirito di privacy offerto da tale applicazione.
Ma la colpa è solo di questi client che contrastano con lo spirito di privacy?
Beh, certo che no, Snapchat infatti ha annunciato, che oltre a pensare alla propria voglia di cercare in ogni modo di favorire la privacy, si tratta anche di un qualcosa pensata per la sicurezza degli utenti, si sa infatti, una app di terze parti potrebbe essere studiata per rubare la password di chi la usa, con ovvi problemi successivi che potrebbero ripercuotersi sullo stesso servizio.
Insomma, se usate client di terze parti per Snapchat, siete avvisati, iniziate con lo scaricare la app principale se volete usare questo servizio, sarà certamente una grossa limitazione per gli utenti, ma se l’intento finale è quello di favorire privacy e sicurezza, allora, certamente sarà un ottimo compromesso, non credete?
[via]