samsung flow

Samsung Flow è un nuovo servizio, appena svelato dall’azienda sudcoreana, molto simile a quello di Apple, denominato Apple Continuity, che risulterà molto utile agli utenti che usano più dispositivi Android.

Samsung Flow è stato annunciato dall’azienda stessa durante il Samsung Developer Conference 2014 nella giornata di Mercoledì.  Questo servizio si presenta in modo molto simile ad Apple Continuity e consente di spostare i video, le chiamate, le notifiche e altro ancora da un dispositivo Samsung ad un altro dispositivo Samsung, mantenendo collegati i dispositivi via Bluetooth.

Samsung Flow è attualmente limitato ai dispositivi Android di Samsung, ma l’azienda spera di espandere il servizio a tutti i dispositivi Samsung. Pranav Mistry di Samsung ha spiegato il funzionamento di Samsung Flow in maniera più particolareggiata. Il funzionamento del servizio si basa su tre punti:  Transfer (Trasferimento), Defer (Rinvio), e Notify (Notifica). Transfer consente agli utenti di leggere, lavorare, e trasferire le chiamate tra i diversi dispositivi Samsung. Defer consente agli utenti di rinviare i compiti e riprendere in un secondo momento, anche su un altro dispositivo Samsung. Infine, Notify abilita alla ricezione delle notifiche relative a chiamate in arrivo o perse, avvisi di batteria scarica, nuovi aggiornamenti software, messaggi di testo e molto altro ancora, dal dispositivo collegato.

Samsung non ha reso noto quando ha intenzione di rilasciare Samsung Flow per gli utenti. Allo stato attuale, sta offrendo solo un’anteprima SDK per gli sviluppatori, in modo che possano integrare direttamente le loro applicazioni con Samsung Flow. L’azienda dice che con poche righe di codice, gli sviluppatori possono personalizzare quali dati vengono condivisi tra i dispositivi.

“Fino ad ora, agli sviluppatori mancava un modo veramente coerente per consentire ai loro utenti di lavorare  su dispositivi, piattaforme e applicazioni diverse senza soluzione di continuità. Con Samsung Flow, questa possibilità è alla portata di ogni sviluppatore in un modo che è coerente per gli utenti, e si integra perfettamente con il flusso di lavoro fornito dal sistema operativo, ” osserva Samsung.

Molto utile, non trovate?

via