Sony

Sony ha presentato i risultati non positivi dell’ultimo trimestre appena concluso. Aria di crisi o prospettive di crescita? Scopriamolo insieme nel seguente articolo.

Sony, la nota azienda giapponese produttrice di dispositivi tecnologici, ha annunciato i suoi risultati dell’ultimo trimestre appena trascorso. Purtroppo i risultati sono negativi. Si tratta solamente di una cosa negativa oppure ci sono delle opportunità di crescita? Scopriamolo.

Cambiamento nelle previsioni.

Una delle conseguenze di questo periodo non troppo brillante di Sony è sicuramente una modifica nelle previsioni di vendita per l’attuale esercizio finanziario che va da Aprile 2014 a Marzo 2015. La società è costretta a diminuire le previsioni di vendita da 43 milioni di device a 41 milioni. Non si tratta di una riduzione di “soli” 2 milioni di smartphone venduti in quanto le previsioni iniziali erano di ben 50 milioni.

Perdita.

L’azienda ha registrato una perdita di 1,2 miliardi di dollari nonostante le vendite siano aumentate del 7,2% raggiungendo un importo di 17,4 miliardi di dollari. La perdita netta di 1,2 miliardi di dollari si traduce in una perdita operativa di 785 milioni di dollari. Questo risultato non promette bene dato che nello stesso periodo dell’esercizio precedente è stato registrato un utile di 124 milioni di dollari.

Leggi anche:  Sony Rewards: da oggi si possono convertire i trofei in denaro

Crisi o crescita?

Certamente i risultati non sono dei migliori e sicuramente Sony sta attraversando un periodo non proprio fantastico dal punto di vista finanziario. C’è da considerare però che l’azienda ha investito notevolmente in nuove strategie di marketing per ampliare i canali di vendita e raggiungere così più utenti possibili.

Sony è una grande azienda capace di creare degli ottimi dispositivi e l’Xperia Z3 e l’Xperia Z3 Compact ne sono la prova. Sicuramente si tratta di un periodo difficile ma siamo certi che riuscirà ad attraversarlo riuscendo a sollevarsi nel migliore dei modi. Noi crediamo che Sony sia un’ottima azienda e siamo sicuri che sarà in grado di tornare nel mercato più forte di prima.

Voi cosa ne pensate?

[Via]