xiaomi smart home
Xiaomi prende sempre più piede e cresce sempre di più nel mercato dei devices mobile, quindi, perché non estendere il proprio mercato alle nascenti tecnologie delle smart home?

Come per altre aziende interessate a questo ambizioso progetto di rendere le nostre case “intelligenti”, Xiaomi vuole proporsi con piccoli kit da acquistare separatamente, un kit per ogni piccola esigenza, così da non risultare invasiva e permettere a tutti di acquistare solo quello che effettivamente serve.
Vi starete chiedendo, cosa è che vuole proporre?
Iniziamo con la cosa più interessante, la smart remote centre, si tratta effettivamente di un oggetto davvero molto utile, a cosa serve? Semplice, a controllare tutti gli apparecchi elettronici di casa, a partire dalla tv per finire al condizionatore, a distanza, in automatico e soprattutto simultaneamente!
Passiamo poi alle “smart lightbulb“, ossia, le lampadine smart, cosa consentono di fare? Beh, immaginate una lampadina a led, quindi con consumo davvero bassissimo, con colore modificabile, accensione graduale, oppure possiamo considerare lo “smart power plug“, che si tratta semplicemente di un gadget da aggiungere alla nostra comune presa di corrente, cosa è in grado di fare? Beh, oltre ad avere una porta usb per alimentare separatamente la ricarica dei nostri device, permette di essere controllata a distanza e di favorire il risparmio energetico!
Finiamo poi con la classica camera di sorveglianza, questa volta però, si tratta di una videocamera da 720p, davvero molto piccola e soprattutto a controllo remoto.

Leggi anche:  Xiaomi Mi 6: ecco l'aggiornamento ad Android 8.0 Oreo con l'ultima MIUI Global

Insomma, Xiaomi ha davvero un sacco di piani per il suo futuro, riuscirà magari ad avere lo stesso successo nella domotica come ha avuto nel settore mobile? O semplicemente dovrà affiancarsi ad altre compagnie?

[via]