Samsung

Samsung ha rilasciato la sua stima sugli utili per il terzo trimestre del 2014 con un risultato in negativo di ben il 60%.

La riduzione degli utili del 60% rispetto al terzo trimestre 2013, secondo K-IFRS, di Samsung Electronics è da ricercare soprattutto nel calo delle vendite degli smartphone, il settore dell’azienda coreana che porta il maggior valore agli utili di tutta l’azienda.

Samsung ha un fatturato consolidato di circa 47.000 miliardi di won con un risultato operativo consolidato di ₩ 4.100.000.000.000 che è inferiore rispetto al risultato operativo del secondo trimestre di quest’anno. Queste cifre sono solo delle stime e i numeri effettivi dovrebbero arrivare nell’ultima settimana di ottobre, comunque la situazione per l’azienda coreana non è per niente facile.

Una delle principali ragioni dietro il calo del profitto, come detto, è dovuto al calo delle vendite degli smartphone. Gli smartphone Samsung devono sempre affrontare la concorrenza di Apple nel segmento high-end e dei produttori cinesi che competono ferocemente nel segmento degli smartphone entry-level.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S9 è quasi pronto: ecco quando sarà sul mercato

A causa di questo rallentamento, Samsung sta investendo nella produzione di chip ed è riuscito a chiudere un accordo con la diretta rivale Apple per la fornitura della prossima generazione di chip basati su un processo a 14nm. Recentemente, Samsung ha annunciato il suo piano di investire circa 14,7 miliardi di dollari in un nuovo stabilimento di semiconduttori in Corea del Sud.

Siamo sicuri che il produttore coreano correrà subito ai ripari, ma è evidente che le persone si stiano dirigendo verso scelte differenti per quanto riguarda device dal costo economico che per Samsung sono entry level con caratteristiche limitate e limitanti, mentre allo stesso costo oggi è possibile acquistare smartphone validi di produttori cinesi.

Forse Samsung dovrebbe rivedere la sua politica dei prezzi in particolare sui device di fascia medio-bassa.

via