snapdragon

Nel mese di aprile Qualcomm ha presentato i suoi chipset di fascia alta a 64 bit – lo Snapdragon 810 e 808.

Il Senior Director di Marketing di Qualcomm ha confermato che i campioni di tali chipset sono stati inviati ai produttori di dispositivi ed i primi device equipaggiati con questi processori dovrebbero arrivare nella prima metà del prossimo anno.

Questi due chip saranno i primi Snapdragon ad essere costruiti con processo a 20nm (il Samsung Exynos 5433 e l’ A8 di Apple sono già a quel livello). Gli attuali Snapdragon utilizzano il processo a 28nm.

Gli Snapdragon 810 e 808 supporteranno sistemi operativi sia a 32 bit che a 64 bit ed ogni produttore sarà libero di scegliere quello che vorrà installare. Android L, che sarà a 64 bit, sarà supportato fin dall’ inizio.

Questi, però, non sono gli unici chipset di Qualcomm a 64 bit: ci sono anche lo Snapdragon 410, 610 e 615. Tutti e cinque i chipset sono basati su core ARM invece del nuovo design Krait; il 615, 808 e 810 in particolare sono costituiti da quattro Cortex A53 (che sostituisce l’ A7) e quattro Cortex A57 (che sostituisce l’ A15).

Leggi anche:  Huawei batte Qualcomm: il suo Kirin 970 è più potente dello Snapdragon 845

Per quanto riguarda le GPU, lo Snapdragon 810 avrà la Adreno 430, che porterà un aumento delle prestazioni del 30% rispetto alla Adreno 420 che si trova nello Snapdragon 805. Il chipset Snapdragon 808 sarà corredato invece da una Adreno 418, che porterà un incremento della potenza del 30% rispetto alla vecchia Adreno 330.

Dal lato wireless avremo invece la connettività LTE Cat. 6 (300Mbps downlink), già presente sull’ attuale Snapdragon 805.

[via]