Arubixs

Negli ultimi anni, i dispositivi indossabili stanno andando sempre più a ruba, per questo Arubixs ha intenzione di lanciare un nuovo e particolare smartphone flessibile “da polso” dal nome Arubixs Portal, da indossare come se fosse un bracciale o uno smartwatch.

La società Arubixs, una start-up californiana, ha avviato una campagna di crowdfunding per il progetto che ha già raggiunto il livello successivo, portando il phablet ad avvicinarsi sempre più alla realtà. L’Arubixs Portal presenta un particolare schermo flessibile in grado di piegarsi intorno al polso ed essere così indossato come uno smartwatch con due fibbie. Negli ultimi tempi abbiamo visto tanti dispositivi display flessibili ma questo è il primo progetto costruito interamente attorno alla flessibilità dello schermo.

“I dispositivi indossabili attualmente offerti e anche il nuovo Apple Watch sono semplicemente troppo piccoli per scrivere un messaggio o fare qualcosa di veramente concreto, ” ha detto il fondatore di Arubixs, Brandon Mairs, via e-mail. “Questo (l’Arubixs Portal) non è solo un dispositivo indossabile. Si tratta di uno smartphone che si può indossare. Così, quando il telefono non viene indossato, rappresenta un sottile smartphone da 6 pollici che è flessibile, resistente all’acqua, ed infrangibile.”

Leggi anche:  Dogee V, il dispositivo che guarda ad iPhone X e al Galaxy S9 Plus

L’Arubixs Portal è un telefono flessibile delle dimensioni di un Galaxy Note, indossabile sul braccio, con delle specifiche degne di nota. Arubixs Portal presenta un display TFT da 6 pollici che è anche resistente ai graffi e rinforzata da un Kevlar esterno flessibile. Dispone di 2 GB di RAM, un totale di quattro telecamere, 64 GB di storage, una suite completa di sensori, NFC, Bluetooth, LTE, ricarica wireless e una batteria flessibile da 3200 mAh. Il processore è ancora da determinare. Portal eseguirà una skin di Android e risponderà anche alle gesture.

Il phablet viene reso disponibile a partire da 349 dollari. Se preferite qualcosa di un po’ più sottile, l’azienda afferma di essere al lavoro anche su un modello più piccolo, da 4 pollici. “Abbiamo iniziato con un display da 6 pollici, poi abbiamo realizzato nei test (che) uno più piccolo potrebbe colmare il divario per i bisogni di tutti,” ha scritto Mairs a CNET. “Nei primi mesi del 2016 ci sarà l’introduzione di un modello più compatto da 4 pollici.”

via