meizu-mx4-bg

Meizu quest’anno ha intenzione di farsi avanti con 4 telefoni; uno di questi l’abbiamo già visto ma ancora ne mancano tre e tutti tranne uno sembrano essere indirizzati verso i SOC MediaTek.

MediaTek è in costante crescita, sempre più produttori stanno adottando questi chip. Prima relegati ai telefoni più economici, oggi questi stanno prendendo piede anche tra i dispositivi più potenti e importanti. Ne è prova il Meizu MX 4. Ma Meizu sembra essere interessata in maniera particolare all’azienda taiwanese produttrice di hardware e si prevede un uso dei processori di questa anche sui futuri dispositivi programmati per quest’anno.

Gli analisti del settore ritengono che Meizu implementerà i processori Mediatek sui suoi ultimi due terminali dell’anno e si tratterà di chip a 64 bit molto sviluppati. Si ritiene che verrà presentato un mini MX4 con display da 5 pollici e un phablet con display da 5,5 pollici; entrambi utilizzeranno i chipset MT6732 e MT6752. 

Questi ultimi due saranno quad-core e octa-core costruiti con architettura Cortex A53 e affiancati dalla tecnologia LTE. L’MT6732, ovvero il quad-core avrà una frequenza di clock pari a 1.5Ghz mentre il MT6752, l’octa-core sarà spinto fino a 2.0GHz.

Leggi anche:  Smartphone, non tutte le compagnie rallentano i propri dispositivi

mediatek-chip-2

Il fatto che Meizu utilizzerà la tecnologia a 64 bit sui propri telefoni è certamente interessante, ma lo è ancor di più il fatto che il chip MediaTek verrà introdotto su un phablet della stessa azienda, la quale probabilmente vuole andare ad attaccare il predominio di Xiaomi, in particolare della gamma Redmi Note.

Riuscirà Meizu nell’impresa? I presupposti ci sono, l’impresa è in continua crescita. Crediamo che il futuro sarà roseo per gli amanti dei telefoni Made in China.

[Via]