Nexus

Android L, la nuova prossima release Android non ha ancora un nome o meglio, noi poveri mortali non lo conosciamo ancora, ma l’attesa per il suo arrivo si fa sempre più firte con il passare dei giorni.

Lo scorso anno Kitkat è arrivato nella notte di Halloween, senza particolari annunci, insieme al Nexus 5 messo in vendita direttamente sul Play Store, pochi giorni prima anche in Italia partiva la vendita dei device da parte di Google sul proprio negozio on line.

Anche se Google non ha annunciato il nome ufficiale, il nuovo sistema operativo dovrebbe chiamarsi ancora come una deliziosa leccornia esattamente come i suoi predecessori, in questo caso potrebbe essere “Lemon Meringue Pie” o “Lion”.

Le date per la presentazione di Android L, a prescindere da quale sarà il suo nome definitivo, sono diverse e sono cambiate con il tempo. Infatti in molti, in verità anche noi, sono convinti che qualcosa potrebbe mostrarsi l’8 ottobre quando HTC presenterà nuovi device a New York tra i quali potrebbe esserci il Nexus 9 di cui gira in rete anche la probabile data di lancio sul mercato fissata per il 16 ottobre.

Secondo Android Authority: “Mentre Android L e il nuovo Nexus saranno presentati a metà ottobre, la versione finale di Android L non sarà ufficialmente disponibile fino al primo novembre, secondo le nostre fonti”.

Hanno anche aggiunto che non è chiaro se i nuovi Nexus arriveranno con Android L o saranno aggiornati in un secondo momento insieme agli altri dispositivi Nexus esistenti.

“In entrambi i casi, l’attesa per Android L (con supporto ai 64bit) e la prossima generazione della famiglia Nexus sembra essere quasi finita!”.

In genere, però, quando viene presentato un nuovo device della famiglia Nexus questo è sempre accompagnato da un nuovo aggiornamento. Dopo due anni di collaborazione con ASUS per i Nexus 7, Google ha deciso di cambiare partner e lo stesso è accaduto per gli smartphone affidandosi questa volta a Motorola.

In quest’ultimo caso le indiscrezioni sul nuovo smartphone Nexus sono davvero poche come mai prima, questo potrebbe indicare che Google vuole sorprendere con i propri device e viste le voci insistenti su diverse caratteristiche non è impossibile credere che ci possano essere due successori del Nexus 5, un Nexus 6 da 5/5,2 pollici e un phablet con display da 5,9 pollici, nome in codice Shamu.

La cosa non solo non sarebbe strana ma addirittura opportuna perché in questo modo si andrebbero a coprire più fasce di mercato includendo anche gli amanti dei phablet tra coloro che possono acquistare un phablet con Android puro.

Certo 5,9 pollici sono forse eccessivi, sembrano più le dimensioni di un tablet che di un telefono anche se bisogna vedere come effettivamente è realizzato, basti pensare ai phablet più famosi, i Galaxy Note, che negli anni hanno aumentato i pollici della diagonale del display ma le dimensioni nel complesso sono diminuite.

Noi stiamo fremendo in attesa di scoprire ogni minimo dettaglio sui prossimi Nexus samrtphone, phablet o tablet che siano e voi? Quale vi piacerebbe o avete intenzione di comprare?