Windows 9

 

Windows 9 è atteso per il 30 settembre, mancano pochi giorni alla presentazione del nuovo sistema operativo di cui abbiamo mostrato alcune immagini rubate questa mattina.

Proprio dalle immagini viste questa mattina e dal video annesso all’articolo è emerso quello che si vociferava da tempo riguardo il ritorno al tasto start in stile Windows 7. Un passo indietro di Microsoft? Non proprio, infatti il menù che possiamo definire classico è accostato alla Modern/Metro UI segno che i tiles (le mattonelle) continueranno la loro esistenza nel sistema operativo di Redmond.

L’attesa verso la nuova release microsoft cresce anche perché in molti aspettano un cambiamento di rotta sull’interfaccia di Windows 8, in parte rimediata con il tasto start (non classico) della versione 8.1. Non c’è dubbio che il calo di vendite dei pc causati da diversi fattori quali la crisi, la crescita del mercato dei tablet e mettiamoci anche la poca fiducia o appeal verso Win 8.

Può Windows 9 affermarsi come ha fatto a suo tempo XP? Difficile dirlo allo stato attuale, XP è ancora molto amato e usato dagli utenti nonostante il duro colpo che Microsoft ha deciso di infliggere all’OS privandolo del supporto.

Dopo XP è arrivato Vista, un primo tentativo di cambiamento che non è necessario ricordare essere stato un flop totale rimediato poi con Windows 7 che seppur migliorando moltissimo non ha avuto lo stesso impatto di XP. Ora sembra trovarci nella stessa situazione con Windows 7 nel ruolo di XP e Windows 8 in quello di Vista, quindi speriamo che Windows 9 possa prendere il posto di Windows XP.

In realtà si tratta più di una speranza visto che, da quanto emerso finora, si avrà la possibilità di poter scegliere se utilizzare o meno la Moder UI consentendo di avere una configurazione più solo sullo stile di Windows 7. Dunque chi ha evitato fino ad oggi il passaggio a Windows 8 potrebbe optare per Windows 9, vedremo cosa accadrà il 30 settembre.