Samsung

Il Samsung Galaxy Note 4 è stato presentato nel corso dell’Unpacked 2 dell’IFA 2014 di Berlino, pochi giorni e già è stato confrontato con la maggior parte dei dispositivi in commercio. Dopo aver ragionato se valeva la pena acquistarlo, ecco 9 motivi per cui il Galaxy Note 4 è migliore del Galaxy Note 3.

Design migliorato con elementi in metallo

Il nuovo Samsung Galaxy Note 4, sotto diversi aspetti, potrebbe non apparire radicalmente differente dal Galaxy Note 3. Come avrete sicuramente notato, il design è veramente simile, ma la principale differenza è l’introduzione di parti in metallo che lo rendono esteticamente più elegante e robusto.

Display migliorato

Con il Galaxy Note 4, Samsung ha introdotto un nuovo display ancora più performante, abbiamo infatti raggiunto una risoluzione di: 1440 x 2560 pixel (sempre con display QHD).

Processore molto più performante

Il Samsung Galaxy Note 3 presentava un processore Snapdragon 800, col Galaxy Note 4, invece, Samsung ha deciso di adottare un decisamente più performante Snapdragon 805. Il nuovo SoC è, ad oggi, il componente più veloce di tutto il mercato.

Fotocamera da 16 megapixel con stabilizzatore ottico

La fantastica fotocamera da 16 megapixel del Samsung Galaxy S5 è stata decisamente ‘esportata’ sul nuovo Galaxy Note 4. In aggiunta, per migliorare un componente già fantastico, l’azienda ha anche aggiunto lo stabilizzatore ottico. Un confronto decisamente impari con i 13 megapixel del Galaxy Note 3.

Leggi anche:  Samsung Galaxy A7 (2018): riceve la certificazione FCC, lancio a breve?

Fotocamera frontale migliorata

La nuova fotocamera frontale del Galaxy Note 4 ha oggi 3.7 megapixel, con un nuovo e più interessante obiettivo.

S-Pen migliorata e più sensibile

Altro aspetto decisamente positivo è la presenza di una S-Pen decisamente migliorata e più “sensibile”, rispetto a quella presentata col Galaxy Note 3. Il Galaxy Note 4 sarà più sensibile ed in grado di riconoscere maggiormente i testi, gli input e altro ancora.

Sensore di impronte digitali sul pulsante Home

Dopo averlo presentato con il Galaxy S5, ecco che Samsung ha deciso di replicare con il sensore di impronte digitali anche sul Galaxy Note 4. Utile per sbloccare il device e molto altro ancora.

Sensore per le radiazioni UV

Caratteristica pressoché assente in precedenza, ecco che nel Galaxy Note 4 è stato introdotto il sensore per la misurazione dei raggi ultravioletti.

Connettività LTE

Per coloro che sono alla ricerca di una connessione molto più rapida, ecco che Samsung ha pensato di introdurre il chip ormai presente in tutti i top di gamma 2014: il chip per la connessione LTE.

Questi son gli aspetti che rendono il Galaxy Note 4 migliore del Galaxy Note 3; voi cosa ne pensate?