iWatch-Concepts (2)

In tema di smartwatch non si può fare a meno di parlare di Apple, sebbene non abbia mai venduto o realizzato un dispositivo con Android e quindi certamente è in contrasto con il nome del nostro blog. Vediamo perché in questo caso l’azienda di Cupertino merita di essere citata in causa.

L’Apple iWatch, che verrà presentato il 9 settembre, nel panorama tecnologico internazionale è molto atteso quindi non può deludere le aspettative di molti FanBoy Apple ma anche di altrettanti appassionati di tecnologia che non negano la straordinaria forza dell’azienda. Lo smartwatch di Apple metterà in mostra al pubblico un display OLED flessibile e sarà supportato dalla tecnologia NFC che permetterà di effettuare pagamenti in piena libertà; un vero e proprio portafoglio elettronico. Questa caratteristica sarà supportata da accordi dell’azienda con diverse società finanziarie come MasterCard, Visa e American Express; in passato, a partire dal Nexus S nel 2011, si è provato a far decollare questa tecnologia ma senza mai raggiungere risultati soddisfacenti. Vedremo se Apple riuscirà in quest’impresa, contando anche la futura introduzione di questa tecnologia nell’iPhone. NFC inoltre verrà usato anche per sostituire diversi supporti magnetici come gli abbonamenti della metropolitana e degli altri mezzi pubblici oppure per gestire le luci di casa grazie opportuni chip.

iWatch-Concepts (1)

Probabilmente il dispositivo verrà prodotto in due misure, una da 1.3 pollici e una da 1,5 pollici e avrà il vetro del display in zaffiro. Inoltre sarà dotato di ricarica wireless che elimina definitivamente il problema dei pin ossidati dal sudore che abbiamo potuti osservare sui primi smartwatch LG e Samsung. Si dice che l’azienda stesse pensando di implementare una tecnologia di ricarica ad energia solare ma l’idea poi è stata abbandonata.

Altra caratteristica che probabilmente troveremo sull’iWatch è la rilevazione dei passi e del battito cardiaco che vanno ad accompagnare l’utilizzo sportivo del dispositivo e permettono di monitorare la salute dell’utilizzatore; l’azienda ha investito molto per ottenere dei sensori più precisi rispetto a quelli presenti in commercio e ciò conferma la fiducia di Apple riguardo ad una strategia incentrata su una piena sintonia tra utente e dispositivo. Ovviamente il tutto sarà abbinato all’app HealthKit.

La data di uscita dell’iWatch non si sa ma dovrebbe essere commercializzato a partire dal 2015 anche se verranno attivati i preordini. Questo smartwatch riuscirà ad imporsi sulla concorrenza?

Certamente il prezzo non sarà basso, vista la politica portata avanti da Apple; però l’azienda, forte di un brand molto apprezzato, se non adorato da moltissime persone sicuramente riuscirà ad avere successo anche nel campo degli wearable. Se poi lo smartwatch avrà soluzioni innovative come quelle che vi abbiamo mostrato nell’articolo ancora meglio; l’alto prezzo pagato verrà ricompensato da un dispositivo di alto livello.

[Via]