Instagram

 

Se facessimo un veloce sondaggio tra gli Internauti, probabilmente scopriremmo che sono davvero in pochi coloro che affermano di non aver mai sentito parlare di Instagram o di non averlo usato almeno una volta. Sono infatti 200 milioni le persone nel mondo che lo utilizzano con cadenza mensile, caricano on-line le foto scattate, esprimono i loro “Mi piace” e pubblicano i loro commenti sulle immagini, che, grazie all’applicazione di filtri colorati, diventano simili a scatti Polaroid digitalizzati.

Il successo di Instagram è ormai globale: basti pensare che, a seguito della popolarità acquisita da questa applicazione, esistono oggi aziende che stampano le immagini del social network fotografico su cuscini, ne ricavano poster o creano persino adesivi da attaccare sul frigorifero.

A tu per tu con Instagram

Ma come funziona Instagram? Per usarlo basta installare l’app sullo smartphone e loggarsi ad un accountdi Facebook che, come noto, ha recentemente acquistato Instagram. Rimarremo subito stupiti dal fatto che nonostante ciò, l’app richiede una nuova password e il nome utente. Ài primo login a Facebook, però, ci offrirà la possibilità di postare automaticamente le nostre foto Instagram anche su questo social network. Fortunatamente questa modalità non è obbligatoria e possiamo anche decidere di non seguirla. I primi passi all’interno di un nuovo social network sono sempre un po’ incerti: ci si sente come pesci fuor d’acqua, senza biglietto d’invito, all’interno di un maxi-party con perfetti sconosciuti.

Anche con Instagram succede la stessa cosa: veniamo subito inondati da una marea di foto di utenti. Si tratta solo di una parte delle immagini che circolano su Instagram: ogni mese, infatti, si registra un upload di 20 milioni di nuove foto. Per buttarci nella mischia è sufficiente tappare su Segui per un paio di foto che ci sono piaciute. Vedremo così la nostra pagina riempirsi di fotografie di utenti sconosciuti. Il passo successivo dovrebbe essere chiaro: alcuni utenti di Instagram dovrebbero ora diventare nostri follower, ma forse dovremmo prima eseguire un paio di belle foto…

Imparare ad usarlo

A questo punto possiamo fotografare il primo soggetto che ci appare davanti all’obiettivo. Con Instagram, però, la cosa non è così rapida come fare un caffè istantaneo. Dobbiamo scegliere tra 19 filtri, selezionare la cornice, le funzioni per l’intensità del colore e per il ritaglio dell’immagine. Inoltre con Instagram le foto cool non riescono subito. Come per tutte le cose, prima di saperci fare, occorre un po’ di tempo. Anche se l’applicazione è semplice da gestire, all’inizio può riuscire difficile scattare foto che ci soddisfino appieno. Ma non disperiamo, basta solo un po’ di pratica per imparare presto a eseguire velocemente operazioni come scorrere i filtri, elaborare l’immagine con e senza cornice, aumentare la saturazione del colore e modificare il taglio della foto. Per ottenere risultati eccellenti da veri professionisti di Instagram conviene comunque utilizzare come app fotografica quella fornita standard con lo smartphone e poi tramite la app di Instagram provvedere a selezionare la foto dall’archivio del cellulare e ritoccarla.

Più di un album di fotografie

Instagram si rivela comunque molto di più di un semplice album fotografico per immagini retro. Oltre all’elaborazione delle foto e all’applicazione di App extra, ci sono altre possibilità. Sul lato destro del tasto di scatto della fotocamera di Instagram è presente ad esempio il simbolo di una videocamera, che ci consente di eseguire filmati della durata di 15 secondi. Geniale! I.’app inizia a riprendere cliccando semplicemente il tasto di scatto, che non è del tipo Start-Stop. Possiamo quindi eseguire brevi video e ad elaborarli. Un’altra funzione interessante è la modalità privata. Di norma foto e video sono visibili a tutti gli utenti di Instagram, ma l’applicazione offre anche la possibilità di gestirle in modalità privata. Questa funzione è inclusa tra le impostazioni, sotto la voce “Gestire Profilo”. È possibile così sfruttarla per poter inviare foto e video solo ad utenti selezionati, attraverso una specie di servizio chat di Instagram. Siamo ora pronti a diventare provetti fotografi social? Ecco una serie di trucchi e consigli per utilizzare al meglio Instagram e creare immagini che lasceranno a bocca aperta tutti i nostri amici.

Come installare Instagram

Andiamo sul Play Store (se possediamo un dispositivo Android). Effettuiamo quindi una ricerca digitando la parola chiave instagram. Una volta trovata Instagram, tappiamo su INSTALLA per scaricare e installare l’app sul nostro smartphone.

Avviata l’app, possiamo decidere di registrarci con il nostro account Facebook evitando di segnalare un indirizzo e-mail. Dovremo solo scegliere un altra nome utente e una password al primo avvio dì Instagram. Possiamo comunque eseguire il login anche se non disponiamo di un account Facebook.

Una volta eseguito il login, possiamo metterci subito all’opera: per avviare la fotocamera tappiamo sull’icona della macchina fotografica, in basso al centro. Per scattare usiamo il pulsante blu. Dopo l’esecuzione della foto, potremo apportare modifiche a piacere e applicare i filtri all’immagine.

Come scattare foto con Instagram:

Non basta scattare un’istantanea e applicare un filtro per inviare una bella foto su Instagram. Ecco come ottenere i risultati migliori.

Con lo smartphone, in particolare nelle istantanee veloci, compaiono spesso ampie zone della foto superflue: strade vuote, cartelloni e altro. Nessun problema: zoomando (Immagine con due dita, sarà possibile evidenziare il particolare della foto da elaborare.

L’azione finale dell’elaborazione fotografica di Instagram è la scelta del filtro. Molto apprezzabile la possibilità che chi avrà provveduto a impostare abilmente le funzioni per il ritaglio del particolare dell’Immagine, il relativo orientamento e anche il grado di nitidezza (vedi foto in alto), dovrà solo scegliere il filtro più idoneo. Instagram non mette a disposizione filtri migliori o peggiori: dipenderà tutto dal vostro stato d’animo e dall’ambientazione in cui si trova il soggetto della foto, che farà risultare il filtro idoneo o non appropriato.

I colori ottenuti dalla fotocamera dello smartphone, spesso non bastano a mettere in risalto il cielo infuocato di un tardo pomeriggio autunnale o le foglie purpuree e color ruggine degli alberi. Sfruttando le informazioni associate ad ogni foto, la regolazione cromatica offerta dalla App di Instagram, può ravvivare in un attimo lo splendore del colore.