Smartwatch

Il mercato degli smartwatch sta crescendo a dismisura. Si parla di percentuali di circa il 700% in più rispetto all’anno precedente. A cosa è dovuto? Scopriamolo insieme nel seguente articolo.

Mercato degli smartwatch: crescita (in)aspettata?

Canalys, una società di analisi statistica focalizzata sul mercato dei dispositivi mobili, ha pubblicato i dati in riferimento al mercato degli smartwatch, relativi al primo semestre del 2014.

Numeri e primati.

I numeri parlano chiaro: vi è stato un incremento delle vendite degli smartwatch rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente di circa il 684%. Si avete letto proprio bene!

La crescita è dovuta all’aumento delle vendite di Fitbit e Jawbone, leader del mercato dei “basic bands”.

Il primato nel settore degli smartwatch veri e propri è attribuito a Samsung, la quale è riuscita a predominare nel mercato dei dispositivi indossabili con i suoi Gear 2 e Gear Fit. Il secondo posto invece spetta a Pebble, che continua a crescere nel mercato. Il terzo posto invece va a Sony.

Canalys ora, nel terzo trimestre, terrà conto anche dei dispositivi con a bordo Android Wear, come gli attuali LG G Watch e il Samsung Gear Live.

Un po di sana competizione?

La domanda più spontanea è se Apple entrerà in questo mercato quest’anno e se riuscirà a strappare il primo posto a Samsung.

Se Apple decidesse di presentare un suo smartwatch è evidente che la crescita di questo mercato sarà ancora più ampia rispetto alle previsioni di Canalys. Essa ha previsto una crescita del 900% per il 2014 ma le aspettative indicano percentuali molto più alte dato che manca ancora metà anno praticamente e stanno per essere svelati molti altri smartwatch come l’LG G Watch R e il Motorola Moto 360.

Nuovi dispositivi, nuovi acquisti.

La categoria dei dispositivi indossabili è del tutto nuova nel mercato della tecnologia mobile, quindi l’aumento delle vendite di questi dispositivi non è del tutto inaspettato. Il mercato si sta espandendo sempre di più perché sempre più dispositivi ne stanno entrando a far parte ed è ovvio che il consumatore trovi con molta facilità il dispositivo che si adatti alle sue esigenze.

Quali aspettative?

Ovviamente si tratta ancora di dispositivi non sviluppatissimi e si spera che lo sviluppo tecnologico li migliori con l’avanzare del tempo. Gli utenti sperano in dispositivi che non dipendano troppo dagli smartphone, insomma li vorrebbero più autonomi. Autonomi inteso anche dal punto di vista della durata della batteria, ancora troppo breve.

Il mercato degli smartwatch è sempre in continua evoluzione e non può che continuare a crescere, facendo migliorare in questo modo la qualità dei dispositivi indossabili.

E voi avete uno smartwatch? Se no lo desiderate?

[Via]