android

 

Ieri ho scritto la prima parte di questo articolo dedicato a tutti quelli che hanno acquistato per la prima volta uno smartphone Android, cercando di spiegare le basi necessarie all’utilizzo del nuovo sistema operativo.

Oggi continuiamo con le basi fondamentali, una volta capite e fatte nostre è possibile approfondire con una serie di guide per newbie che abbiamo realizzato per i principianti e che focalizzano l’attenzione sui diversi aspetti che fanno parte di uno smartphone e del suo utilizzo. Vengono trattati tutti gli argomenti, dai più semplici (o che all’apparenza possono sembrare tali) come e-mail, browser, tastiera ecc. fino ad arrivare a vedere come ottenere permessi di root e installare custom ROM.

Oggi parleremo di Home screen, navigazione, widgets, WiFi e connessione dati, quindi senza perdere altro tempo addentriamoci nel mondo del nostro amato robottino lasciando a voi il compito di approfondire con le nostre guide una volta familiarizzato con gli aspetti di questi due articoli.

La schermata Home.

La Home screen si può definire il ponte di comando del nostro device e di conseguenza delle applicazioni su di esso presenti. Prima vi ho mostrato gli screenshot della mia homescreen, impostata secondo le mie esigenze. È importante che ognuno imposti la propria schermata Home nel modo che più si preferisce e in modo che non sia necessario ricercare le applicazioni sul proprio telefono ogni volta che servono. Ad esempio, io ho diversi screen nella home, in quello principale sono presenti tutte le app che utilizzo maggiormente e nelle altre schermate le app che utilizzo ma non così spesso posizionandole in modo che quelle posizionate nelle schermate più lontane sono quelle che utilizzo meno.

Come abbiamo detto, le applicazioni sono il cuore del telefono. Per visualizzare tutte le applicazioni installate sul dispositivo, toccare l’icona “tutte le applicazioni” (vedi immagine sotto). La schermata risultante è solitamente indicata come il cassetto delle app o app drawer.

App drawer

Per inserire un’applicazione nella home screen, tutto quello che dovete fare è tenere il dito premuto sull’app fino a quando non si sente una vibrazione, a questo punto si può spostare e posizionarla in qualsiasi punto della schermata iniziale come si può vedere qui sotto. Questo creerà un collegamento, che può essere spostato o eliminato senza intaccare l’applicazione vera e propria che rimarrà nell’app drawer.

Quindi, se l’icona di un’applicazione scompare dalla home screen, non fatevi prendere dal panico. Basta aprire l’app drawer e riposizionare l’app toccando l’icona. Un’app nella schermata iniziale è solo una scorciatoia a quell’app e non l’app vera e propria che si trova nell’app drawer e solo da lì può essere cancellata.

Bisogna anche sapere che è possibile cambiare il numero di homescreen sul dispositivo, come si è, forse, intuito dalle mie precedenti parole. Se si desidera rimuovere una schermata iniziale, basta premere il tasto menù, tenere premuto in un punto libero della schermata o pizzicare con le dita a seconda della versione Android o del brand del dispositivo, questo produrrà una panoramica di tutte le homescreen e da qui è possibile eliminarle.

homescreen

Widgets.

Oltre le scorciatoie delle app, Android è caratterizzato da uno strumento grafico molto potente e con cui si dovrebbe acquisire familiarità, i widget. Un widget è, come detto, uno strumento grafico e rappresenta un’anteprima di alcune delle funzioni che un’applicazione porta in dote con sé. Esso consente di accedere a parti di un’applicazione o di un servizio, senza dover lasciare la vostra homescreen. Uno degli esempi più semplici che si possa fare è relativo al widget meteo che consente di avere sulla homescreen il meteo del luogo in cui vi trovate e/o di altre città, secondo le vostre preferenze.

widget

Su Android, molte applicazioni includono questi widget per migliorare la loro funzionalità e semplificare l’esperienza utente. Fate, però, attenzione in quanto i widget comportano un consumo elevato di batteria perché mantengono la relativa applicazione sempre attiva.

I widget possono essere posizionati ovunque sulla homescreen e si possono ridimensionare a nostro piacere andando a occupare più o meno spazio nella schermata.

Il modo per accedere ai widget dipende dal vostro dispositivo. Su alcuni, è sufficiente aprire il cassetto delle app (ricordate, basta toccare l’icona e si aprirà) e scorrere tutte le pagine. Dopo l’ultima pagina di applicazioni, vedrete i vostri widget disponibili. Si noti che questi dipenderanno dalle applicazioni che avete installato, per utilizzare il widget di Yahoo Mail, per esempio, è necessario avere la sua applicazione installata sul dispositivo.

widget

Se non è possibile accedere ai widget in questo modo, il telefono utilizza un metodo diverso per accedervi. Tornate alla vostra homescreen e tenere premuto il dito su un punto vuoto dello schermo – cioè, dove non ci sono icone delle applicazioni o widget.

Una volta che si tiene premuto a lungo il dito (si definisce “long press,” in contrasto con il solo “tap”, singolo tocco) appare la schermata in cui poter selezionare i widget. Per posizionare il widget occorre comportarsi esattamente come visto per spostare un’app sulla homescreen, per trascinarlo dove si vuole. Con un singolo tocco, con un tap, sul widget si avvia l’applicazione per cui un widget rappresenta anche una scorciatoia dell’app.

Toggles: Wi-Fi, connessione dati e altro.

Con Android e gli smartphone si sentono termini come Wi-Fi, 3G, Bluetooth ed LTE. Che significa tutto ciò?

Wi-Fi è una connessione wireless locale, il che significa che ci si connette a Internet senza fili. È molto probabile che in casa abbiate già il Wi-Fi per connettere pc e stampanti; ci sono molti luoghi pubblici in cui è possibile collegarsi anche se non conviene, in questi luoghi, fare operazioni sensibili, come operazioni bancarie o modifica delle password. Per utilizzare le reti Wi-Fi bisogna trovarsi vicino alla fonte del segnale, segnale che peggiora via via che ci si allontana dal router.

La connessione Dati è quella che ci consente di connetterci a Internet ovunque attraverso il servizio fornito dal proprio operatore telefonico. Finché si ha un segnale decente, è possibile connettersi ai dati mobili tramite una rete 3G o LTE (4G); non preoccuparti di questi nomi al di là sapendo che LTE è più recente e più veloce.

GPS è la stessa tecnologia che gestisce il dispositivo GPS in auto, il sistema satellitare. Questo sistema consente al telefono di essere collocato con precisione in tutto il mondo. È indipendente dalla connessione a Internet tramite Wi-Fi o dati, si poter utilizzare le funzionalità GPS sul telefono anche nel bel mezzo del nulla.

Bluetooth è una connessione a corto raggio utilizzata per trasferire informazioni tra dispositivi. Un esempio di utilizzo di questo tipo di connessione è quella degli auricolari Bluetooth che, accoppiato al telefono cellulare, consente di poter ricevere ed effettuare chiamate sul telefono tramite auricolare senza fili. Il Bluetooth è utilizzato anche nelle automobili per lo streaming musicale e per le chiamate direttamente dall’impianto stereo. Può essere utilizzato anche per trasferire file tra dispositivi diversi, tra due smartphone o tra smartphone e pc ecc.

Infine, la modalità Aereo, che disattiva tutti i tipi di connessione, ma non solo. Quando in modalità aereo, non si potranno inviare o ricevere chiamate, testi, o accedere a Internet, ma si può ancora giocare o ascoltare musica, per esempio. Si potrebbe usare su un aereo, ma è anche utile quando si vuole risparmiare batteria o quando non si desidera essere disturbati; in genere si attiva durante la notte con il telefono in carica se utilizzate lo smartphone come sveglia, in quanto con gli smartphone la sveglia suona solo se accesi.

Nell’utilizzo giornaliero è bene utilizzare quanto meno possibile questo tipo di connessioni in quanto comportano un consumo di batteria come tutto ciò che è in esecuzione sul vostro smartphone.

Il Wi-Fi consuma meno batteria della connesisone dati, quindi assicuratevi di avere impostato il Wi-Fi a casa soprattutto quando volete scaricare file pesanti o vedere video e ascoltare musica in streaming.

I toggle sono delle icone a cui si accede rapidamente dal pannello delle notifiche. Il pannello delle notifiche si visualizza strisciando il dito dal bordo superiore del display verso il basso. I toogle consentono di attivare o disattivare rapidamente GPS, Wi-Fi, connessione dati e tanto altro ancora.

toogles

Abbiamo solo cominciato a grattare la superficie di Android, ma con quello che avete imparato qui dovreste essere in grado di utilizzare il telefono per effettuare chiamate, scrivere messaggi e navigare tra le pagine del tuo nuovo smartphone. Nel caso abbiate dubbi o problematiche che questo e il precedente articolo non hanno risolto, fatecelo sapere e vi aiuteremo volentieri.