Google-IO-14-Android-L-664x374

Android L, l’abbiamo già detto e ridetto, è sicuramente uno degli aggiornamenti più importanti di sempre. Google ha introdotto la nuova “Material Design”, ma i miglioramenti sotto il cofano sono senza dubbio innumerevoli. Tra questi è possibile trovare anche nuove funzionalità nell’app Fotocamera.

In tutte le versioni di Android, fino ad oggi, erano sempre state utilizzate le API alla prima versione (V1); finalmente Google ha deciso di innovare adottando nuove API che accelerano, radicalmente l’applicazione, oltre che offrire più possibilità anche ai produttori di terze parti.

Di seguito vi riassumiamo in breve tutte le nuove funzionalità:

  • Immagini RAW – d’ora in poi sarà possibile catturare le immagini in formato RAW, come le macchine fotografiche avanzate.
  • Possibilità di modificare profondamente gli scatti, fino ad arrivare anche a scegliere il tempo di esposizione (cosa praticamente mai vista da mobile).
  • Gli sviluppatori di app di terze parti potranno accedere alla matrice di correzione del colore (cosa che potevano fare solamente i produttori degli smartphone).
  • Le modifiche manuali alle impostazioni degli scatti potranno essere ‘estratti’ ed applicate a tutte le immagini. Fino ad oggi, se modificate le impostazioni venivano applicate solamente solo al singolo elemento; d’ora in poi, invece, verranno applicate a tutte.

Le possibilità sono enormi, ora non ci resta che aspettare la fantasia degli sviluppatori per cercare di creare applicazioni all’altezza di Android L.

via