Google Maps OfflineCome utilizzare Google Maps Offline? Il famoso navigatore di Google integra al suo interno la possibilità di salvare le mappe ed utilizzarle in un secondo momento senza utilizzare il traffico dati. Ecco come fare in pochi e semplici passaggi.

Capita spesso di avventurarsi in nuove zone dì una grande città o farsi una scampagnata fuori porta nei weekend di sole. Non sempre, però, il nostro senso del l’orienta memo si rivela infallibile! Ecco perché è cosa buona e giusta affidarsi ad un buon navigatore satellitare che sia sufficientemente preciso per scongiurare il rischio di trovarci in una zona sperduta ed isolata, senza nessuno a cui chiedere un’informazione stradale. Esistono tante soluzioni, una più valida dell’altra, ma che hanno tutte una caratteristica in comune: sono a pagamento e di certo non sono economiche. Ma c’è un’alternativa che forse non tutti conoscono ed è offerta direttamente da Google in maniera totalmente gratuita mediante la sua applicazione Mappe che, all’occorrenza, può trasformarsi in un perfetto navigatore satellitare tascabile. Inoltre, caratteristica non da poco, permette anche di archiviare sulla memoria interna dello smartphone tutte le zone geografiche di nostro interesse, in modo da poterle consultare off-fine e senza consumare il traffico Internet.

Soprattutto la consultazione off-line può tornare utile nel caso in cui non disponessimo di una connessione dati o, caso estremo, qualora ci trovassimo in una zona senza copertura di rete. Nella mappe salvate, inoltre, rimarranno memorizzati tutti i punti di interesse, locali, ristoranti, stazioni di servizio, proprio come se la stessimo consultando con la connessione di rete attiva. Un aspetto ancora più utile è rappresentato dal fatto che possiamo letteralmente “ritagliare” tutte le porzioni di aree geografiche che vogliamo e rinominarle singolarmente in modo da poterle tenere conservate e caricarle all’occorrenza. Con un unico accorgimento, che è quello di avere abbastanza spazio nella memoria dello smartphone: infatti, più grande è la porzione di area che andremo a salvare, più memoria occuperà.

Come utilizzare Google Maps Offline

Dall’elenco delle app avviamo Maps con un tap sulla sua icona.Cerchiamo il posto (o la zona) di cui vogliamo salvare l’intera mappa. Nel campo di ricerca inseriamo, ad esempio, il nome di una città: Roma. Avviamo la ricerca e aspettiamo che si carichi la schermata.

Individuata l’area da consultare off-line, effettuiamo uno swype della schermata dal basso verso l’alto per alzare la tendina di Street Vìew e tocchiamo Salva mappa da usare offline. Potremo usufruire di una funzione gratuita che tiene testa ai più blasonati navigatori.

Zoomiamo sull’area che salveremo nella memoria del telefono. Effettua la regolazione tocchiamo Salva e inseriamo un nome per identificare la zona selezionata e avviare il processo di download della mappa: basterà poi un semplice tap per caricarla e consultarla off-line!