gesture

I progetti di Google sembrano infiniti. Si passa da obiettivi quasi irrealistici ad invenzioni veramente utili atte a migliorare le nostre vite. Tra quest’ultime è saltata fuori, proprio nelle scorse ore, Google Gesture. Quest’app, prodotta insieme ali studenti della Berghs School, Svezia, può tradurre il linguaggio dei segni in parole. Ecco un video dimostrativo! La squadra ha vinto un premio al Cannes Lions International Festival of Creativity, grazie a questo lavoro.

Google Gesture va accoppiata ad una fascia che, indossata sul braccio, analizza i movimenti muscolari – un processo noto come elettromiografia. Questi movimenti vengono poi inviati all’applicazione che li traduce in parole e li pronuncia.

Segnaliamo che non è la prima volta per Google in questo settore. Se pensate a Google Translate che traduce istantaneamente trasformando il testo in parlato, oppure al progetto italiano GoogleGlass4LIS capirete di cosa parlo.

Facciamo quindi i nostri complimenti a Google e speriamo che questo progetto continui a crescere sempre più dato che la tecnologia, in primis, deve aiutare la nostra quotidianità.

via