Google-Fit-Service-Will-Collect-Your-Fitness-Data-Coming-at-Google-I-O

Google aveva già mostrato il proprio interesse ai dispositivi indossabili con un sistema operativo apposito, denominato Android Wear. Ora l’azienda ha intenzione di lanciare il Google Fit al Google I/O, un servizio che raccoglie tutte le informazioni sul fitness.

Il Google I / O è ormai molto vicino, infatti si dovrebbe tenere il 25 e 26 giugno, e la curiosità degli utenti cresce sempre di più. Durante la tanto attesa conferenza ci si aspetta infatti di sapere di più riguardo al sistema operativo per dispositivi indossabili, Android Wear. Ma Google ha in programma di svelare anche altro in termini di dispositivi indossabili. Secondo PhoneArena, infatti, il colosso di Mountain View ha intenzione di lanciare un nuovo servizio incentrato sul fitness, recante il nome di Google Fit, che dovrebbe essere in grado di funzionare come fitness-tracker e raccogliere tutte le informazioni sul fitness sfruttando i dati provenienti da applicazioni relative alla salute e al benessere. 

A quanto pare quindi Google Fit andrà a fare diretta concorrenza a Sami, la piattaforma appena lanciata da Samsung, che raccoglie informazioni relative alla salute da vari dispositivi e applicazioni. Anche Apple è presente in questo campo di battaglia col suo HealthKit

Non si sa ancora se il servizio Google Fit sarà incluso nella prossima versione di Android o se sarà un’applicazione standalone che gli utenti Android saranno in grado di scaricare a parte. E’ molto probabile comunque che Google decida di includere Google Fit sul nuovo Android Wear, dal momento che i servizi di fitness-tracking sono il prossimo passo nel settore della tecnologia indossabile. E può risultare molto utile per l’utente indossare uno smartwatch e avere sotto mano la possibilità di tracciare la propria frequenza cardiaca, sapere quante calorie ha bruciato oggi, ecc., soprattutto in un momento come questo in cui quasi tutti sono alle prese con i preparativi per la prova costume. E, si sa, per quest’ardua missione un aiutino esterno non può che fare bene!

via

Leggi anche:  Google Pixel Buds, gli auricolari smart di Big G arrivano sul mercato