Highpants-Qualcomm-Toq-banner

Qualcomm spiega Mirasol, una nuova tecnologia per display che dovrebbe garantire maggiore contrasto e luminosità, il tutto grazie ad una tecnologia a specchio.

Il display Mirasol come dice Qualcomm avrà le carte in regola per essere uno dei display d’avanguardia degli ultimi tempi con una luminosità, risoluzione elevata e una palette colore incrementata. Tutte queste cose però aumentano l’utilizzo della batteria costringendo all’utente a dover ad esempio guardarsi un film con la batteria già caricata al massimo o tramite alimentazione del suo dispositivo mobile.

Qualcomm è una di quelle aziende schierate in prima linea per fornire tecnologie capaci di ridurre i consumi e di mantenere uno standard di visualizzazione elevato, peccato che i primi tentativi furono un vero fiasco. Mirasol oggi risulta essere decisamente migliorata grazie all’utilizzo di una nuova tecnologia.

1-590x396

Questi display si possono definire di prossima generazione? Si si potrebbe dire. Il funzionamento di Mirasol è semplice da spiegare, è stata aggiunta praticamente una pellicola super riflettente sotto il display. Questa riflette la luce direttamente all’utente, il che significa nella distanza tra l’occhio e la pellicola il processo di visualizzazione viene illuminato notevolmente. A differenza degli altri display, Mirasol è in grado di lavorare meglio alla luce del sole.

Nelle immagini sopra dove troviamo un display IMOD a singolo specchio che aumenta la riflessione dei raggi solari e riproduce la gamma cromatica con un dispendio di energia minor rispetto alle generazione precedente. La qualità dei colori non è ancora a livello dei classici display a cui siamo abituati oggi ma è possibile che con i futuri sviluppi la tecnologia migliorerà.

Via