smartwatch, smarphone e tabet per copiare

Come ogni anno, migliaia di studenti sono pronti ad affrontare gli esami di maturità: la tensione cresce giorno dopo giorno. In questi casi l’importante è non farsi prendere dal nervosismo: qualche notte insonne sui libri e il grosso è fatto. Ecco allora smartwatch, smarphone e tabet per copiare in tutta libertà.

Come sempre accade, però, ci sono serri pre i furbetti che proprio sono allergici allo studio e cercano il modo di rendere gli esami una semplice formalità. Una volta usavano le cartuccere degne dei migliori film western, in cui nascondevano le tracce svolte dei temi di italiano o le soluzioni dei compiti di matematica. Oggi si sono evoluti e hanno imparato ad usare la tecnologia a loro favore.

Chi mi suggerisce?

Messi da parte smartphone e tablet, ormai sgamati dai professori, hanno scoperto un nuovo gadget hi-tech che si presta benissimo ai loro scopi “politicamente scorretti”: losmartwatch! Nasce come una vera e propria estensione dello smartphone, al quale resta sempre collegato tramite Bluetooth, e si tiene al polso come un normalissimo
orologio digitale così da non destare sospetti. Dal suo piccolo schermo si possono leggere le note di testo memorizzate, con le versioni di greco o latino, i temi svolti, gli esercizi di matematica, i formulari ecc. Inoltre, consente di leggere i messaggi Whatsapp inviati sul telefonino da “complici esterni” che inoltrano le tracce svolte degli scritti. Raccapricciante? I professori se ne accorgeranno interri poeobblighe-ranno gli studenti a lasciare sulla scrivania anche gli orologi. Ma intanto… la copia è servita!

Cosa fanno i furbetti?

Per non essere sgamato, il furbetto disattiva sul proprio smartphone la vibrazione, l’illuminazione dello schermo e blocca le chiamate in entrata. Quel che serve è solo il Bluetooth e il collegamento a Internet!

Il furbetto sa come deve muoversi per non essere sgamalo qualora debba lasciare il telefono sulla cattedra o nascosto nello zaino. Per questo, dalle impostazioni dello smartphone Android spunta Vibrazione quando squilla da Impostazioni/Audio e azzera il volume di Suoneria e notifiche.

Per far sembrare che il telefono risulti completamente spento, agisce anche sull’illuminazione e l’attivazione del display: sempre dalle Impostazioni del dispositivo imposta la disattivazione dell’illuminazione del display a seguito di qualsiasi notifica, così da non destare sospetti!

Leggi anche:  Huawei Mate 10, sarà lo smartphone rivoluzionario con intelligenza artificiale

Per il furbetto è importante rendersi irreperibile nel caso in cui arrivi una chiamata! A tal fine, dal Play Store scarica l’applicazione gratuita Calls Blacklist. Dopo averla installata, tramite la scheda Impostazioni dell’app inserisce il blocco per tutte le chiamate in entrata.

La cartuccera nell’orologio?

Come fa il furbetto a memorizzare nello smartwatch formulari, temi svolti, versioni di latino e greco e chi ne ha più ne metta? Installa un’app per consultare le note di testo, senza limiti!

L’unico mezzo di trasmissione tra il telefono e lo smartwatch è la tecnologia Bluetooth. Attivarlo sullo smartphone è semplice: basta andare nelle Impostazioni di Android. Deve essere l’unico protocollo di comunicazione attivo, insieme a quello delle rete cellulare, per non farsi scoprire.

Per usare correttamente lo Smartwatch bisogna installare due applicazioni fondamentali sullo smartphone. Il furbetto accede quindi al Play Store e installa prima l’app Sony Smartwatch 2 SW2 e subito dopo Smart Connect. Guest’ultima serve a gestire l’orologio direttamente dal cellulare.

Prima di entrare in classe, il furbetto sa che deve lasciare lo smartwatch collegato al cellulare. Per questo apre l’app Smart Connect e, dalla scheda Dispositivi, tocca sui simbolo + per cercare l’orologio: gli basta confermare l’accoppiamento per stabilire ia connessione tra i due dispositivi.

Se ii furbetto vuole conservare sullo smartwatch tracce svolte, esercizi ecc. si servirà di un’app per la creazione e gestione delle note. Gli basta avviare Smart Extras e ricercare dalle impostazioni dello Smartwatch 2 l’applicazione Smart Note: verrà aperto lo Store per effettuare il download.

ll furbetto sa bene che la nota va creata prima sullo smartphone e solo successivamente trasferita sulla memoria dell’orologio, Per fare questo, avvia Smart Note dall’elenco delle applicazioni presenti sul telefonino, tocca il pulsante + e inizia a scrivere il titolo della nota e il contenuto.

Creale le note, non gli resta che inviarle sullo smartwatch per consultarle sul suo piccolo schermo. Per questo, dal telefono tocca il tasto delle Impostazioni in corrispondenza della nota e poi Send to watch. Sull’orologio tocca invece l’icona note per visualizzare quelle disponibili.