play-store-logo

Google, Apple e Amazon sono indagati dalle autorità di regolamentazione italiane per quanto riguarda gli acquisti In-App, in quanto le applicazioni gratis ma che poi al loro interno prevedono acquisti In-App sono diventate davvero tantissime negli ultimi anni, ma perché questa indagine?

L’ indagine in corso dalle autorità di regolamentazione italiane, punta a capire se i consumatori sono volutamente indotti in errore e quindi a fare acquisti In-App. L’indagine è stata condotta dall’ Antitrust italiana e Autorità Garante della Concorrenza dopo che l’ UE all’inizio di quest’anno ha invitato le imprese a riformare l’uso di ‘freemium’.

Infatti si ritiene che questa applicazioni generino confusione negli utenti e provochino un danno vero e proprio alla saluta dei negozi di applicazioni. Così come Google e Apple, anche la francese Gameloft è anche oggetto di indagine sulla base di preoccupazioni simili. 

Le massime autorità italiane potrebbero porre una multa alle parti coinvolte di 5.000.000 di €, ma siamo sicuri che la multa sarà evitata se verranno introdotti dei provvedimenti. E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Leggi anche:  Unieuro, ecco il secondo volantino con tanti smartphone Android in offerta

Via