IMG_3116_risultato Di dispositivi sul nostro portale ne recensiamo veramente tanti, ma difficilmente siamo mai riusciti a “mettere le mani” su device Android di grandi dimensioni. Nelle scorse settimane è arrivato in recensione il nuovo All-In-One di casa AOC (a2472Pw4t): il monitor da 24 pollici con sistema Android. Ecco la recensione completa by Tecnoandroid.it

Confezione

IMG_3120_risultato Date le grandi dimensioni del device non è stato possibile proporvi l’unboxing video, tuttavia la confezione originale appare essere molto simile a quella di una vera e propria televisione (stretta e lunga). Al suo interno, oltre al monitor all-in-one, è possibile trovare anche:

  • Alimentatore da parete
  • Cavo audio jack-to-jack
  • Cavo VGA
  • Cavo HDMI
  • Panno per pulire il monitor
  • CD per installare i driver e manuale elettronico
  • Cavo USB

Dobbiamo ammetterlo, siamo rimasti veramente colpiti dalla scelta di AOC di integrare tutti questi elementi. Al giorno d’oggi è veramente difficile trovare un’azienda che integri tutti i cavi possibili immaginabili, per permettere comunque la migliore esperienza utente. Difficilmente avremmo potuto chiedere di più.

Estetica

Da un punto di vista estetico, il monitor presenta dimensioni fuori dalla norma: schermo con diagonale da oltre 24 pollici (59 centimetri), oltre che spessore e peso decisamente importanti. Per questo motivo, non pensate minimamente di acquistare il prodotto per poi “portarlo” con voi. Una volta comprato, dovrete utilizzarlo solo ed esclusivamente come ‘desktop’ da scrivania. Sulla parte anteriore, oltre al comodo touchscreen ed una cornice in plastica molto ridotta, trovate la sigla AOC, la fotocamera frontale ed i relativi pulsanti per: accendere/spegnere, regolare i vari parametri, impostare l’input e regolare il volume. Posteriormente, realizzato completamente in plastica, sono stati posizionati i due altoparlanti e le varie prese: HDMI, VGA, per l’alimentatore, microSDHC e Ethernet. Se tutto questo non vi dovesse bastare, su un lato trovate 2 prese USB 2.0, microUSB e jack audio (input e output).

Hardware

IMG_3104_risultato Le caratteristiche hardware del monitor All-In-One si sono rivelate essere alquanto contraddittorie. Partiamo dal display, 23.6 pollici di diagonale FullHD, luminosità 250 cd al metro quadrato e risoluzione 1920 x 1080 pixel. Potenzialmente la qualità è veramente elevata, ma nella pratica potreste rimanere alquanto delusi. Il problema, come più volte abbiamo citato nella nostra recensione, risiede nel dover stare a pochi metri dal device per poterlo utilizzare tramite il touchscreen. Essendo molto vicini, troppo, il display perde di qualità ed il risultato sarà un’esperienza molto ‘pixelata’. I dettagli sono tutt’altro che precisi ed i colori fin troppo accesi, potrete restare letteralmente abbagliati. Il discorso è diverso nel momento in cui vi allontanerete dallo schermo, in questo caso la visualizzazione delle immagini tornerà ad essere più che accettabile. Il processore è un performante Tegra T33 quad-core con frequenza di clock a 1.8 GHz. Considerando che, per giocare, a meno che possediate un joystick da associare al terminale, non potrete praticamente utilizzarlo (anche se l’esecuzione di titoli ‘base’ come Candy Crush Saga e Hay Day è risultata essere perfetta), le uniche richieste di elaborazione arriveranno da app grafiche o di calcolo. Il monitor integra al proprio interno un sistema operativo Android 4.2.2 , con accesso completo al Play Store; in questo modo potrete installare tutte le applicazioni che vorrete e sovraccaricare la memoria interna. Da un punto di vista prestazionale il monitor si è comportato perfettamente, nella navigazione tra i menù, avvio app di terze parti e gaming. La memoria interna è da 8 GB (con circa 5.40 GB effettivi a vostra disposizione), ma con possibilità di espanderla tramite microSDHC; sebbene possa essere una notizia più che positiva, dall’altro è doveroso sottolineare l’impossibilità di trasferire le app sulla memoria esterna, ecco allora che pensare di integrare una microSHDC risulta essere praticamente inutile. Concludono le specifiche tecniche 2 GB di RAM, una fotocamera frontale da 1 megapixel e tutte le connettività base (WiFi e bluetooth).

Leggi anche:  Recensione Zenfone 4 (ZE554KL): medio gamma dalle caratteristiche TOP

Funzionalità

IMG_3106_risultato Il dispositivo è un all-in-one con sistema operativo Android, ma allo stesso tempo può anche essere utilizzato come un vero e proprio monitor per PC. Sulla parte posteriore è infatti possibile trovare prese VGA e HDMI che vi permetteranno di trasmettere le immagini (nel caso dell’HDMI anche l’audio) direttamente dal computer all’AOC. Nel caso in cui lo colleghiate tramite la presa VGA, ricordate che all’interno della confezione è possibile trovare anche il cavo jack-to-jack che vi permetterà di trasferire anche l’audio tra i due terminali. Parallelamente, inoltre, potrebbe essere necessario installare anche i driver per il corretto funzionamento, per questo inserite il CD e seguite le indicazioni sullo schermo. Il monitor, essendo comunque un vero e proprio computer, presenta anche varie prese USB che offrono l’opportunità di collegare memorie esterne per trasferire file o allo stesso tempo installare APK esterni al Play Store. L’unica ‘pecca’, se proprio ne dovessimo trovare una, riguarda l’impossibilità di utilizzarlo senza la connessione alla rete elettrica (non è presente la batteria interna). Per questo motivo, ogni qualvolta vorrete utilizzare l’AOC, dovrete avere a disposizione una presa a muro. Parlando invece della parte Android, dalla versione installata potrete accedere a tutte le funzionalità base (come un vero e proprio smartphone/tablet). Di default l’azienda non ha voluto caricare pesantemente la memoria interna, per questo motivo troverete solamente le Google Apps di base: Play Movies, Play Store, Play Music, Chrome, GMail e altre. Ultime considerazioni, invece, riguardano la riproduzione audio/video. Avendo quasi sconsigliato l’utilizzo touchscreen, le ultime funzionalità interessanti sono la qualità dell’esecuzione di filmati. Anche in questo caso, esattamente come in precedenza, dovete considerare di utilizzare il terminale da una debita distanza; stiamo parlando di un prodotto da oltre 24 pollici, quindi avviate il video e allontanatevi di qualche metro. ‘Prese le distanze’, la riproduzione è pressoché perfetta, in poco tempo vi scorderete di trovarvi di fronte ad un dispositivo Android, invece che una televisione vera e propria. Lo stesso discorso vale per gli altoparlanti (ne sono stati posizionati ben due sul retro), la qualità della riproduzione è più che perfetta.

Conclusioni

IMG_3114_risultato L’AOC A247Pw4T è un ottimo monitor All-in-one con vari pregi:

  • Molteplici funzionalità e ‘prese’ integrate nel terminale
  • Possibilità di installare qualsiasi applicazione dal Play Store
  • Riproduzione audio/video di elevata qualità
  • Processore decisamente performante

ma con anche numerosi difetti:

  • Necessità di utilizzarlo sempre collegato alla corrente
  • Display non troppo performante
  • Impossibilità di sfruttare le app non progettate per supportare il landscape
  • Difficoltà nell’utilizzo del touchscreen su uno schermo così grande.

In conclusione possiamo consigliare il monitor a quegli utenti che sono alla ricerca di un terminale che possa quasi sostituire la televisione; utile quindi per riprodurre audio/video e navigare in rete. Parallelamente lo sconsigliamo a tutti coloro che, invece, vorrebbero un device anche per giocare, l’AOC riuscirà ad eseguire qualsiasi app, ma dopo la qualità video non sarà così eccelsa. Il  terminale è commercializzato in rete al prezzo di circa 439, il voto conclusivo alla recensione è 8. Di seguito la videoreview.