batterygo_money

I giochi per cellulare sono diventati, nel corso del tempo, molto popolari, arrivando ad essere immancabili su smartphone e tablet. Ma si può anche guadagnare da questi giochi.

Allo stesso modo hanno fatto gli sviluppatori di giochi famosissimi come Candy Crush Saga, Angry Birds, Temple Run or Subway Surfer per monetizzare in maniera redditizia le loro idee. Ma veniamo al dunque con una semplice guida che illustra i metodi più comunemente utilizzati per guadagnare con le proprie app.

Tutto inizia con la pubblicazione del gioco sull’ Apple App Store o sul Google Play Store (o anche su altri app store), che può avvenire  in tre modi:

1 . Giochi gratis con pubblicità
2 . Giochi a pagamento (in genere senza pubblicità)
3 . Giochi freemium (un gameplay di base gratis e un costo opzionale per ulteriori funzionalità o strumenti in-game)

  • Giochi gratis con pubblicità Google

In questo caso il gioco viene pubblicato gratuitamente e i soldi si guadagnano inserendo annunci all’interno del gioco. Questo è il modo più semplice in cui si può guadagnare denaro. Ma ci sono diversi fattori da considerare:

– Origine del traffico: se il reddito degli annunci proviene dagli Stati Uniti o dai paesi europei, si avrà un maggiore eCPM (costo per 1000 impressioni ) e CPC ( Cost Per Click) e, a sua volta, maggiori entrate. Generalmente invece il traffico proveniente dai paesi asiatici ha i rendimenti più bassi.

– Network Pubblicitari: Ci sono un sacco di reti pubblicitarie che promettono di dare rendimenti elevati ma se ne dovrebbe scegliere una con una buona reputazione e che paga in tempo (alcuni esempi sono admob, Leadbolt, Revmob, Chartboost, Airpush, IAD)

– Tipi di annunci: anche il tipo di annuncio influenza molto il reddito. Ci sono vari tipi di annunci che è possibile integrare nell’app a seconda del gioco, come banner ( un piccolo banner che risiede nella parte superiore o inferiore del gioco), Interstitial Ads (annunci a piena pagina ), Multimedia Ads ( Annunci Audio / Video)

Google sicuramente offre il servizio più utilizzato per la pubblicità all’interno dei giochi. Tra i giochi che utilizzano questo metodo per guadagnare troviamo Angry Birds, Fruit Ninja, My Talking Tom, ecc.

  • Giochi a pagamento
Leggi anche:  Gira Roma, arriva l'app per spostarsi a Roma utilizzando i mezzi pubblici

Si pubblica il gioco ad un determinato prezzo e il guadagno dipende direttamente dal numero di download del gioco. C’è da puntualizzare che se si pubblica sull’Apple App Store o sul Google Play Store, le aziende tratterranno il 30 % del guadagno, cosicché quello effettivo resta del 70%.

Generalmente agli utenti non piace vedere degli annunci all’interno dei giochi a pagamento, quindi conviene non inserirli se già si fa pagare all’utente un costo fisso per l’app. Su iOS i giochi a pagamento sono maggiori rispetto ad Android e, sempre su iOS, tendono ad essere venduti con più facilità.

I giochi che usano questa strategia sono Need for Speed ​​Most Wanted,Where’s my Water, Plants vs Zombies.

  • Giochi Freemium

Questo è il modello attualmente più utilizzato sul mercato. Come accennato in precedenza, coi giochi freemium l’utente ha un gameplay di base gratuito e deve poi pagare per le funzioni extra. Questo può essere un ottimo modo per monetizzare il proprio gioco se viene integrato in modo giusto.

Il modello freemium è generalmente applicato con il meccanismo IAP (In App Purchase), che permette di acquistare le funzioni extra direttamente all’interno del gioco.

Quello dei giochi freemium è considerato il miglior modello perchè permette all’utente di provare il gioco e, se gli piace, di pagare. In questo modo l’utente non rischierà di spendere soldi per qualcosa che potrebbe non apprezzare, e sarà più contento di pagare.

Tra i giochi che usano questo metodo troviamo Candy Crush, Subway Surfer, Clash of Clans.

Secondo la tendenza del mercato, la maggior parte dei giochi leader nei vari app store oggi seguono il modello freemium per cui questa sembra essere l’alternativa migliore per chi vuole guadagnare con il proprio gioco Android.

via