googleLa ‘battaglia’ legale tra Samsung e Apple è ormai tristemente nota a tutti; l’azienda di Cupertino ha più volte accusato la concorrente orientale di aver copiato ed utilizzato una serie di brevetti proprietari. Le società sono attualmente in tribunale per una disputa, ma dalle sale ecco emergere dettagli molto interessanti.

Secondo quanto divulgato nel corso del processo, Samsung e Google avrebbero stretto un accordo tramite il quale l’azienda di Mountain View avrebbe tutto il diritto (anzi il compito) di aiutare e difendere Samsung nella battaglia legale contro Apple (sopratutto se dovesse perdere).

In una deposizione giurata, l’esperto di brevetti di Google James Maccoun ha raccontato di una serie di messaggi di posta elettronica scambiati tra le aziende relativamente a brevetti riguardanti la “ricerca universale” (il motore di ricerca per intenderci). Sebbene non siano stati svelati i dettagli “numerici” dell’accordo, Maccoun ha specificato che tutto era stato realizzato per cercare di offrire direttamente a Samsung una serie di applicazioni proprietarie Google.

Questo è quello che lessi”, afferma Maccoun,”l’azienda si offriva di difendere Samsung nel processo e pagare una parte della multa (oltre che le spese legali), relativamente ad alcuni brevetti contestati”.

In altre parole, Google, una delle più grandi ed importanti aziende del settore tecnologico, allunga la mano verso Samsung per proteggerla e difenderla dalle accuse di Apple di aver violato una serie di brevetti.

Sebbene il nome dell’azienda non compaia effettivamente nella causa legale, molti dipendenti, tra cui proprio Hiroshi Lockheimer, il VP dell’ingegneria di Android, sono stati chiamati a testimoniare.

La guerra non è più tra Apple e Samsung, è diventata tra Apple ed il mondo Android.

via