smartphone-battery-tech-trontium-reactor-650x433-c

Il problema della durata della batteria affligge quasi tutti i possessori di smartphone e tablet. Le cose però sono destinate a migliorare grazie a queste 10 innovazioni.

Ecco una carrellata delle innovazioni più interessanti nel campo delle batterie, in grado di aumentarne la durata.

  • Caricabatterie ultra-rapidi 

StoreDot ha catturato molta attenzione col suono nuovo e veloce sistema di ricarica, in grado di portare la batteria di un Galaxy S4 da zero a cento di capacità in soli 30 secondi. Essendo un prodotto estremamente rivoluzionario, non è ancora pronto per il rilascio al pubblico. Esso comunque permetterà anche di prolungare la vita della batteria e salvaguardare maggiormente anche l’ambiente.StoreDot probabilmente sarà messo in vendita nel 2016.

  • Utilizzo di un gadget per caricare un altro

Le batterie necessitano di una fonte di energia per ricaricare, per questo si utilizzano già da tempo le batterie portatili. L’innovazione però starebbe nell’usare un gadget per caricarne un altro, come fatto da Asus con il PadFone, dove la sezione tablet ricaricava la batteria del telefono, inserito all’interno. Altri esempi sono stati dati da ZTE e da Huawei con l’ Ascend Mate 2.

  • Una batteria enorme, per ricaricare tutti i vostri gadget

Trontium Reactor è un prodotto innovativo, dal costo di 300 dollari, estremamente capiente. Essa infatti utilizza una tecnologia chiamata USB Power Delivery, dove la connessione USB 3.0 è potenziata per fornire 100 watt di potenza ai dispositivi compatibili. Grazie a ciò riesce a ricaricare tantissimi dispositivi.

  • Un supercondensatore

I supercondensatori sono batterie a metà strada tra le normali batterie e le batterie ricaricabili. Possono essere caricate molto rapidamente, inglobando con un sacco di energia, e riescono a durare molto nel tempo. Abbiamo visto di recente un supercondensatore utilizzato nel Blueshift Bamboo, che si carica in pochi minuti, ed è in grado di fornire musica per sei ore prima di esaurirsi. A metà del 2013, uno studente di 18 anni ha mostrato una batteria di supercondensatori che, se correttamente sviluppato, riuscirebbe in soli 30 secondi a caricare tutta la batteria di uno smartphone.

  • Batterie in tutte le forme e dimensioni

LG negli ultimi tempi ha fatto progressi per quanto riguarda le batterie, creando cellule diverse dalle forme e dimensioni alle quali siamo abituati. Le batterie sono progettate per sfruttare al massimo lo spazio disponibile all’interno dei nostri telefoni e l’hardware dei dispositivi. Un primo esempio l’abbiamo visto all’interno dell’ LG G2 che col suo insolito design ha permesso di ottenere un ulteriore capacità del 16 per cento nella cellula.

  • Utilizzo del calore del nostro corpo per alimentare i gadget
Leggi anche:  Samsung: esplode un nuovo smartphone nella tasca di un utente

Uno sviluppo recente ha sviluppato l’idea di utilizzare il calore del nostro corpo per ricaricare la batteria. In particolare, un gruppo di ricerca in Corea ha messo a punto un generatore termoelettrico molto sottile e leggero, che raccoglie il calore e lo trasforma in energia per qualunque gadget.

  • Software sapientemente  ottimizzato

Qualcomm, con la tecnologia di ricarica rapida 2.0, non ha esteso la durata della batteria ma si può fare della ricarica un processo più veloce. Costruito nei suoi processori Snapdragon, la ricarica veloce 2.0 promette di caricare una batteria di smartphone il 75 per cento più velocemente di prima. Sia il telefono che il caricabatteria deve avere la tecnologia di ricarica rapida di serie, ovvero è necessaria la compatibilità.

  • Schermi di smartphone con pannelli solari di ricarica

Con l’aggiunta di uno speciale strato di celle solari di ricarica per un display touchscreen, è possibile aggiungere il 15 per cento alla carica della batteria semplicemente sfruttando la luce, naturale o artificiale.

  • Batterie in litio imide e anodo in silicio 

La stragrande maggioranza dei moderni dispositivi alimentati a batteria, sono alimentati da batterie agli ioni di litio. Tuttavia, le cellule Li-ion stanno raggiungendo i loro limiti, e nuovi tipi di batterie sono in attesa dietro le quinte pronti a prendere il sopravvento. Quello  più intrigante è la cella al litio-imide , che può funzionare con anodi di silicio al posto degli anodi di grafite attuali. I vantaggi sono notevoli, compreso un drastico aumento della capacità, prestazioni costanti, e una durata ancora più lunga. Batterie silicio-anodo potrebbero iniziare ad essere utilizzati per l’elettronica di consumo entro la fine del 2014.

  • Ricarica senza fili 

Ci sono già i prodotti che ci permettono tecnicamente la ricarica senza fili, ma dei ricercatori della Corea del Sud hanno sviluppato un nuovo “dipolo Coil Resonant System (DCRS)” che può caricare fino a 40 smartphone dalla distanza di 5 metri. Questo tipo di tecnologia farà per la ricarica quello che il Wi-Fi ha fatto per Internet.

via