android_ios

Interessante articolo pubblicato sul portale de La Stampa sulla scelta degli sviluppatori di applicazioni di preferire il sistema operativo Apple, iOS, a quello di Google, Android mi ha spinto a scrivere questo articolo.

Nell’articolo, in breve, si fa riferimento ad una statistica pubblicata su Forbes in cui sono stati messi a confronto i dati emersi da diversi sondaggi realizzati negli Stati Uniti d’America. Dal confronto di tali dati è emerso il motivo del perché gli sviluppatori si impegnino di più sulle applicazioni destinate ad iOS e solo in un secondo momento a quelle per Android.

Senza andare a ricalcare l’intera statistica pubblicata nell’articolo, per approfondire trovate la fonte in calce, si parla di una maggiore propensione di chi acquista un dispositivo Apple a spendere di più in quanto più agiato economicamente e appartenente, generalmente, ad una classe sociale di manager e professionisti.

Altra cosa molto interessante che emerge dall’analisi di Forbes è che chi acquista un dispositivo Android è un amante della tecnologia più di un utente medio Apple. Altre due curiosità sono emerse, le donne prediligono l’iPhone, gli uomini smartphone Android e, inoltre, che gli utenti iPhone sono più dipendenti dai loro device di quanto non siano quelli Android.

La cosa sembra abbastanza ovvia visti i prezzi di iphone e ipad che portano l’utente medio americano che acquista tali device ad essere più propenso a spendere (viste anche le possibilità economiche) per le applicazioni da scaricare sui propri “cari” dispositivi.

Leggi anche:  iPhone 8 sfida Galaxy Note 8: ecco di chi è la migliore fotocamera secondo DxOMark

Credo che, inoltre, gli utenti Apple, di iPhone in particolare, siano più propensi a spendere non solo perché più ricchi, ma anche perché portati a farlo dal marketing e dall’idea che spendere soldi vuol dire anche qualità e questo non sempre è vero.

Ricordo che i dati si riferiscono agli acquirenti americani e non si hanno riferimenti per quanto riguarda l’Europa o l’Italia. Difficile però credere che tutti coloro che acquistino un iPhone in Italia siano in una fascia economica medio-alta, vista anche la crisi in cui versa il nostro paese.

Certamente entra in gioco anche la psicologia del fanboy, dello status symbol e la convinzione, di molti, che le offerte degli operatori siano convenienti e non pesino sul portafogli.

È vero che anche Android è montato su top di gamma che hanno prezzi elevati, ma da un punto di vista prettamente economico, di mercato, la maggior offerta di dispositivi Android consente una maggiore scelta (con iPhone la scelta è “obbligata”) e la più veloce diminuzione dei prezzi.

via