samsung-galaxy-s5-e1397203397408
Avevamo già parlato del teardown del nuovo terminale samsung, durante il quale avevamo esaminato la riparabilità, ma c’è un dettaglio che abbiamo tralasciato, vediamolo!

Attualmente troviamo questo terminale sul mercato ad un prezzo approssimativo sui 650 dollari, ovviamente senza contratto, mentre scendono drasticamente o si azzerano nel caso in cui prendiamo il terminale sotto contratto con un operatore, ma negli ultimi giorni si è fatta una scoperta, che in realtà non ha nulla di nuovo, riguarda infatti il prezzo dell’hardware, che come sappiamo, è sempre stato inferiore rispetto al prezzo finale!

Parliamo di hardware il cui costo non supera i 256$, partendo da un super AMOLED che si aggira intorno ai 63$, un sensore da 15$ e un’altro da 1.45$, ovviamente troviamo le DRAM e la memoria flash, rispettivamente da 33 dollari combinate, ma la cosa sconvolgente è l’aver trovato anche componenti “riciclati”, ossia presi da vecchi dispositivi stando a quanto dice IHS Research, cosa che però non è nuova, si sa infatti che i terminali mandati in sostituzione al produttore vengono smontati e i loro componenti funzionanti e in buono stato inseriti in terminali futuri.
Ovviamente c’è da aggiungere altri prezzi, come quelli per raggiungere la piena compatibilità con l’IP67, ossia la resistenza all’acqua.

Leggi anche:  Samsung: clamorosa bufera interna all'azienda, si dimette il CEO Kwon Oh-Hyun

Ma allora, il prezzo da cosa deriva?
C’è da considerare anche l’importante lavoro fatto per sviluppare il software, il quale spesso supera il costo dell’hardware, sul Galaxy S5 si è fatto un enorme lavoro di ottimizzazione il quale ovviamente e sicuramente ha fatto lievitare il prezzo, anche se non crediamo esso sia lievitato di oltre 400 dollari per device, ovviamente c’è da considerare anche il guadagno di Samsung e tutti i costi di spedizione.

[via]