android-tv-theverge-1_1020

Nel corso dei mesi vi abbiamo più volte parlato della possibilità che, un giorno, Google presentasse una vera e propria Android TV. Il funzionamento, almeno idealmente, era molto simile a quanto offerto da Apple con i propri prodotti. Ma una prova della sua esistenza?. Con l’aiuto di TheVerge, in particolare di una fonte del sito, siamo venuti a conoscenza di tutti i dettagli della più probabile Android TV.

Stando a quanto comunicato esclusivamente a The Verge, Google sarebbe in procinto di lanciare un nuovo assalto al “set televisivo” presentando un nuovo prodotto (chiamato appunto Android TV). L’intenzione non è di realizzare un “tablet di dimensioni enormi”, ma di creare un’interfaccia di intrattenimento.

Google, nei documenti trapelati, scrive che “è tutta una questione di trovare e godere di contenuti con la minor quantità di attrito“, il prodotto “sarà cinematografico, divertente, fluido e veloce”.

android-tv-theverge-3_1020

Il significato? semplice, la AndroidTV sarà molto simile ai prodotti già disponibili sul mercato. La società chiederà alle varie aziende di creare applicazioni semplici con interfaccia ad hoc per la riproduzione di contenuti multimediali. Il sistema operativo di base, ovviamente, è Android.

Leggi anche:  Google Assistant: l'assistente virtuale arriva sulle TV Android

L’interfaccia, come potete notare dalle immagini, prevede una serie di “carte” a scorrimento che rappresenteranno film, programmi, applicazioni e giochi. Utilizzando il proprio telecomando, con joypad a quattro vie, potrete scorrere a sinistra e destra tra le proposte, o su/giù per cambiare categoria. Il controller, inoltre, presenterà i pulsanti Enter, Home, torna indietro e altri ancora.

android-tv-theverge-7_1020

L’accesso ai contenuti deve essere semplice e magico“, leggiamo sul documento trapelato, “l’utente deve poter raggiungere quanto desiderato con solamente tre click“. Naturalmente, all’interno dell’Android TV sarà possibile trovare il campo di ricerca (con supporto all’input vocale). Tutto questo e molto altro ancora!

Ricordando che quanto a scritto sino ad ora è il frutto di documenti interni di Google trapelati, voi cosa ne pensate?

via