iflex__lo_smartphone_flessibile_ideato_a_milano_263

Direttamente dall’Università di Washington arriva una nuova tecnologia: i ricercatori hanno ridotto le dimensioni di un LED costruendo il suo spessore con soli tre atomi.Cosa comporterà questa innovazione sui futuri display?Scopriamolo.Da un pò di anni la tecnologia Led è diventata predominante soprattutto nella costruzione dei display, garantendo colori brillanti e risparmio energetico. Alcuni scienziati e ricercatori hanno lavorato a lungo sulla struttura di un LED cercando di ridurre lo spessore e, a quanto pare, hanno raggiunto il loro obiettivo.

Jason Ross, un componente del team dichiara :”sono 10.000 volte più piccoli rispetto allo spessore di un capello umano, ma la luce che emettono può essere vista da sistemi di misurazione standard.

L’innovazione applicata ai display di smartphone e tablet garantirà una luminosità pari a quella delle attuali Tv top di gamma e contemporaneamente faciliterà la progettazione di pannelli flessibili perchè  i diodi con tre atomi oltre che sottili sono anche resistenti e pieghevoli.

Con questa scoperta è stato fatto un grande passo in avanti verso la realizzazione di dispositivi mobili flessibili. Diventeranno realtà molto presto?

[Via]