OperaMaxBlogPhotoFeb2014

Opera è praticamente da sempre uno dei più importanti browser nel settore mobile garantendo agli utenti molte funzioni mancanti su altri prodotti. Una delle caratteristiche più apprezzate è di sicuro Opera Turbo, una funzione che attiva permette di risparmiare tantissimo nel consumo dei dati e l’azienda sembra intenzionata a implementare a migliorare questa utilissima funzione. Ma perchè risparmiare solo nel browser? Da questa domanda nasce Opera Max.

Opera Max è un progetto a cui l’azienda sta lavorando ormai da mesi che si basa sul concetto di Opera Turbo e cioè quello di risparmiare il consumo dei dati. Il concetto Opera Turbo è infatti quello di “filtrare” tutti i contenuti sui server Opera dedicati e quindi inviarli nuovamente al proprio smartphone sottoforma molto più leggera e compressa. Chrome ha recentemente introdotto una funzione simile ma Opera ha voluto spingersi oltre. Opera Max infatti estende questa possibilità di compressione e di risparmio a tutto il proprio smartphone riducendo e filtrando quindi tutti i contenuti e il consumo dati di qualsiasi applicazione del proprio smartphone con risultati che promettono un 50% di risparmio. Avrete questa compressione quindi sia se state navigando su Facebook, sia se guardando un canale Youtube oppure se state sfogliando una rivista su Flipboard. Naturalmente questo spesso comporterà una perdità di qualità che poi sarà regolata dall’utente in base a metodo di compressione.

Opera Max realmente non è una novità comunque, infatti già a dicembre era disponibile in beta solo per gli utenti americani ma da oggi arrivando in versione open beta è possibile testarla anche per gli utenti europei e quindi anche dall’Italia.

Per provare Opera Max non dovrete far altro che scaricare la beta direttamente a questo link al Google Play e abbandonare la vostra paura di rimanere senza più dati disponibili.

via