tecnoandroid

Android forza le applicazioni a dichiarare le autorizzazioni di cui hanno bisogno quando vengono installate. È possibile proteggere la tua privacy, la sicurezza e la bolletta del telefono cellulare prestando attenzione ai permessi delle app Android durante l’installazione di queste.

Le applicazioni dannose non possono attivare una tariffa SMS o curiosare nelle vostre informazioni personali senza chiedere il permesso – a meno che non ci sia una vulnerabilità di sicurezza, naturalmente.

Spieghiamo le autorizzazioni.

Ogni app dichiara quali autorizzazioni richiedono quando le si installa. Se non richiede permessi – non si possono effettivamente controllare queste autorizzazioni. L’applicazione ti dice ciò che richiede e si può decidere se continuare a scaricarle o no. Le applicazioni Android devono dichiarare le autorizzazioni richieste per quasi tutto, la connessione Internet, la scrittura sulla scheda SD, monitorare la vostra posizione e l’invio di messaggi SMS.
Verrà visualizzato un elenco di queste autorizzazioni per l’installazione di applicazioni dal Google Play. È possibile toccare ogni tipo di autorizzazioni per ottenere informazioni più dettagliate. Una schermata simile viene visualizzato quando si scaricano applicazioni o installare da un negozio di app di terze parti.

android-permission

Qui vediamo che il percorso richiede l’accesso ai vostri Contatti. Path è stato sotto i riflettori perché segretamente caricava i dati dei contatti da dispositivi Android e iOS. Gli utenti Android hanno avuto un avviso che Path avrebbe potuto fare questo in virtù delle sue autorizzazioni, mentre gli utenti iOS non ne avevano idea.

path

iOS di Apple permette alle applicazioni di leggere i contatti senza richiedere alcun tipo di permesso e da indagini condotte tra le varie applicazione si è verificato che una grande quantità di applicazioni iOS caricano le rubriche degli utenti a loro insaputa (tra queste oltre Path anche Facebook, Twitter, Instagram e tante altre). Gli utenti di Apple sono convinti che il processo di revisione dell’App Store di Apple li avrebbe protetti, ma questo incidente dimostra il vantaggio di utilizzare le autorizzazioni delle app Android invece di basarsi su un processo di revisione.

Il problema con le autorizzazioni

Le autorizzazioni sono un’ottima cosa, in teoria. Il problema è che la maggior parte degli utenti Android che avevano Path non avevano idea di cosa stesse accadendo. Per molti utenti, le autorizzazioni sono purtroppo diventati come un EULA (End User Licensing Agreement) cioè qualcosa da passare rapidamente durante l’installazione di applicazioni. Questo non è aiutato dal modo in cui le autorizzazioni sono presentate, mettendo tutto in una stessa lista dall’accesso a Internet, all’l’invio a tariffazione di SMS.

Ogni app richiede le autorizzazioni. Anche per l’installazione di Angry Birds è necessario consentire l’accesso all’ID del dispositivo e la posizione. Angry Birds chiede questo per il targeting degli annunci, ma questo abitua gli utenti ad accettare le richieste di autorizzazione e rende i permessi apparentemente meno gravi, mescolando all’interno di essi autorizzazioni problematiche.

angry

Aggiornamenti automatici vs Aggiornamenti manuali

Android è in grado di aggiornare automaticamente le applicazioni, consentendo di risparmiare tempo. Ogni tanto, però, l’applicazione non si può aggiornare automaticamente ma richiede il nostro intervento.

apps

Ogni volta che vedete un app che richiede aggiornamenti manuali, è perché l’applicazione richiede autorizzazioni aggiuntive. Di solito, gli sviluppatori delle app che aggiungono una nuova funzione richiedono una nuova autorizzazione.

shazam

Teoricamente, questo dovrebbe proteggere l’utente da sviluppatori di app “fuori controllo” e da un innocuo aggiornamento di un app con cattive intenzioni. Tuttavia, diciamoci la verità, la maggior parte degli utenti, molto probabilmente, accettano le autorizzazioni senza esaminarla. Vedrete la parola “Nuovo” accanto a ogni nuova autorizzazione.

shazam2

Vedere le autorizzazioni delle App

Android permette di visualizzare le autorizzazioni delle applicazioni installate. Per fare ciò, basta andare nelle Impostazioni e poi in Applicazioni e quindi in Gestisci applicazioni. Scegliere un’applicazione installata nella lista e scorrere fino a quando non compaiono i permessi.

perm

Leggere le autorizzazioni delle App

Il modo integrato per visualizzare le autorizzazioni delle app Android è un po’ lento e noioso. Per rendere questo processo più rapido, installare un app come aSpotCat che analizza le applicazioni installate e le cataloga in base alle autorizzazioni di cui necessitano.

aspotcat

Avast! Mobile Security, qui la nostra recensione dell’app antivirus Android, include anche le proprie autorizzazioni di lettura, denominate Privacy Advisor.

avast

Limitazione dei permessi delle App

Non c’è modo di limitare le autorizzazioni delle app di default. Tuttavia, se hai un dispositivo Android con i permessi di root, è possibile installare un app come Permissions Denied. Questa applicazione consente di revocare le autorizzazioni da un app installata. Molte applicazioni continueranno a funzionare se si revoca il permesso, anche se alcuni possono forzare la chiusura (l’arresto) quando tentano di utilizzare l’autorizzazione.

restrict

Quanta attenzione prestate alle autorizzazioni delle app Android? Lascia un commento e facci sapere.

via