jolla devices2

Jolla l’azienda, nata da ex dipendenti Nokia, di cui abbiamo già parlato qualche volta e che di sicuro continuerà a far parlare di sé oggi ci ha inviato un comunicato stampa per comunicarci la disponibilità di poter accedere al codice del proprio browser per far si che la comunità di sviluppatori possa contribuire a migliorare questa parte molto importante del sistema operativo SailFish.

Di seguito riportiamo il comunicato per intero, nel caso tra voi ci sia qualche sviluppatore interessato:

Febbraio 11,2014 – Jolla, un dispositivo mobile finlandese, e gli sviluppatori di Sailfish OS annunciano il primo progetto di applicazione interna che diventa open source per la comunità. A partire da oggi il codice per il browser Sailfish può essere scaricato da GitHub all’indirizzo http://github.com/sailfishos/sailfish-browser.

Jolla ha contribuito per lungo tempo a progetti open source come Mer e Nemo e la filosofia della società è quella di partecipare e contribuire attivamente alla comunità open source. Il browser Sailfish è stato costruito sul motore di ricerca open source, Gecko, di Mozilla, utilizzando EmbedLite API embedding (noto anche come IPCLiteAPI).

“Siamo molto orgogliosi di annunciare questo”, dice il co-fondatore di Jolla Stefano Mosconi. “Il nostro obiettivo, con questo progetto, è quello di fare il primo passo per ottenere il supporto ufficiale da Mozilla Corp. per un browser mobile basato su Gecko e incorporato in Qt.”

A partire da oggi la comunità può contribuire attivamente fornendo correzioni e miglioramenti al browser Sailfish.

Una descrizione più approfondita della tecnologia che alimenta il browser si trova al seguente indirizzo http://blog.idempotent.info/posts/whats-behind-sailfish-browser.html.

Per maggiori informazioni contattare press@jolla.com.