root android

La maggior parte dei nuovi utenti Android si pongono questa domanda “Come fare il Root?” o “Perché effettuare il Root?” del proprio dispositivo e “Quali sono i vantaggi di ottenere i permessi di root?”.

I dispositivi Android sono forniti con alcune limitazioni, con i permessi di root si eliminano queste limitazioni e quindi è possibile modificare il software del sistema operativo Android. In questo modo si può personalizzare il dispositivo secondo le proprie necessità e gusti, è possibile fare molte modifiche al sistema e cambiare l’intero aspetto del vostro dispositivo e molto altro.

Attenzione perché i permessi di root fanno perdere la garanzia, se siete nuovi a questo tipo di processo e non seguite le istruzioni per il root correttamente allora c’è una piccola possibilità che si possa rompere completamente il telefono.

Una volta rootato si ha il pieno controllo sul proprio dispositivo Android. Ci sono un sacco di modifiche possibili scaricando le applicazioni disponibili sul Play Store o sul Forum di XDA che si possono utilizzare solo grazie ai permessi di root.

Non solo questo, dopo il root si potrà effettuare il backup completo del vostro dispositivo. Molte applicazioni, disponibili gratuitamente, permettono il backup completo del dispositivo ed è anche possibile spostare tutte le applicazioni sulla SD liberando spazio nella memoria interna del device.

Due applicazioni molto famose che consentono questo sono Titanium Backup e Gemini App Manager, rispettivamente. Con Titanium è anche possibile “congelare” alcune app che consumano batteria senza necessità di cancellarli.

[app]com.keramidas.TitaniumBackup[/app]

[app]com.seasmind.android.gmappmgr[/app]

Altra possibilità che fornisce il root, ed è necessario averlo per farlo, è quella di poter installare ROM personalizzate, Temi, Icons pack, font, ecc. l’applicazione più famosa e utile a questo scopo è ROM Manager, disponibile gratuitamente e in versione a pagamento.

[app]com.koushikdutta.rommanager[/app]

[app]com.jrummy.font.installer[/app]

Tutti i telefoni Android sono forniti con un sacco di applicazione pre-caricate, che non si possono disinstallare. Dopo il root del dispositivo si possono facilmente rimuovere tutte queste applicazioni indesiderate liberando spazio.

Ottenere i permessi di root fa perdere la garanzia e potrebbe essere pericoloso, ma a dispetto di questo apre un modo di possibilità a cui molti non possono rinunciare e a ragione. Ovviamente ottenere o meno i permessi di root è una libera scelta di ognuno, si può anche decidere di ottenerli a scadenza della garanzia per rinnovare il proprio device che a questo punto non è più supportato con aggiornamenti ufficiali.

C’è chi li vuole subito per essere libero di gestire il proprio smartphone o tablet in modo completamente autonomo e avere accesso a quelle app che richiedono i permessi di root. Infine, si può anche non ottenerli mai e utilizzare il dispositivo come uscito dalla fabbrica fino alla fine della vita del device.

Il bello di Android è proprio questo, la libertà di scelta.