bitcoin-crop
Il Bitcoin sembra proprio non piacere ai cinesi, sembra infatti che anche il più grande e-commerce cinese, Taobao, ha bannato il bitcoin in favore ovviamente della valuta cinese, ma perché tutto questo?

Innanzitutto c’è da dire che la storia è iniziata a dicembra, quando la banca centrale cinese si è accanita contro il bitcoin, facendolo quasi affossare e riportandolo al valore di 400 dollari circa, da li poi, grazie a moltissime altre aziende americane e non che hanno adottato la moneta come metodo di pagamento, il Bitcoin è risalito oltre la quota di 1000 dollari.

Ora la cina sembra riprovarci, anche se da l’ok per l’uso individuale dei bitcoin, “a proprio rischio”, ora che il più grande sito e-commerce cinese blocca il bitcoin, con la scusa “servono collaborazioni con aziende di terze parti che non possiamo permetterci” bisognerà aspettarsi un sicuro calo del bitcoin!

[via]