Lowers2-Nexus_5_610x436

Gli smartphone appartenenti alla serie Nexus si sono da sempre caratterizzate per un’estrema velocità, soprattutto sugli ultimi Nexus 4 e Nexus 5. I già velocissimi smartphone potrebbero però venire ulteriormente velocizzati.

Lo smartphone Google di quest’anno, il Nexus 5 e quello dell’anno scorso , il Nexus 4, eseguono il nuovissimo sistema operativo Android 4.4 KitKat. Android è già di per sè molto veloce, ma c’è un modo per dargli un’ulteriore spinta! L’ispirazione arriva dal Motorola Moto X. Motorola ha aggiornato il proprio dispositivo ad Android 4.4, che comprendeva le librerie Dalvik ottimizzate da Qualcomm, e questo è il motivo per cui il Moto X esegue KitKat e le varie applicazioni così rapidamente.

Questa libreria, che è ottimizzata per funzionare specificamente sui chip di Qualcomm (come la linea Snapdragon) è closed source, che è probabilmente il motivo per cui Google non l’ha inclusa nei dispositivi Nexus, concepiti per essere il più vicino possibile al codice aperto AOSP. C’è un’altra libreria in gioco anche qui, la biblioteca Bionic, che è essenzialmente una versione ridotta della libreria C che Google ha creato appositamente per Android. Versioni ottimizzate di questa sono infatti open source.

Leggi anche:  Android Oreo 8.1, data e allarmi nella visualizzazione Ambient Display

Come  XDA  riporta , solo i dispositivi che eseguono i chip Snapdragon possono beneficiare di un reale aumento di velocità. Per applicare la patch basta un semplice file ZIP flashable ma, come è stato rilevato su XDA, essa non sembra essere compatibile con le ROM ODEXED. Come sempre, è una buona idea avere comunque un backup a portata di mano nel caso in cui le cose andassero male.

Gli utenti di CyanogenMod 11 non hanno bisogno di applicare  questa patch, dal momento che nella ROM è già inclusa questa ottimizzazione. Si parla comunque di problemi rilevati anche sulle ROM basate su CM.

Fateci sapere se la provate!

[via]