breathaleyes

 

Le applicazioni per smartphone e tablet ci permettono non solo di passare il tempo in maniera divertente e serena, ma possono rivelarsi molto utili in diversi ambiti, come per esempio quello medico.

Infatti un team di studenti dell‘Istituto Indiano di Tecnologia (IIT) di Kharagpur, guidato dallo studioso di ricerca Debdoot Sheet, ha sviluppato un applicazione mobile che può aiutare i medici ad accelerare la diagnosi del cancro della pelle, permettendo loro di gestire più pazienti in meno tempo.

L’applicazione mobile può essere utilizzata su qualsiasi smartphone e richiede un particolare dispositivo da collegare al portatile tramite clip. Il dispositivo illumina la pelle del paziente utilizzando un flash colorato mentre la fotocamera dello smartphone cattura una sequenza di immagini.

Le immagini catturate vengono poi caricati su un servizio cloud di imaging dove vengono utilizzate per un sistema di  diagnostica che aiuterà i paramedici specializzati (magari quelli che lavorano nelle aree più sperdute e isolate) nel valutare la natura e il rischio potenziale di lesioni, suggerendo anche un intervento di un esperto in caso di situazioni ormai critiche. L’applicazione, che ha registrato un livello di precisione maggiore del 99 per cento durante la fase di prova clinica, può essere utilizzata per programmare una serie di malattie della pelle tra le quali il cancro, la psoriasi, il melanoma, infiammazioni, ulcere, lypoma, ferite che guariscono e non guariscono, e altre.

Questa potrebbe rappresentare davvero una rivoluzione in campo medico per tutti quei pazienti che si trovano in centri con risorse limitate o remoti, che non hanno modo di rivolgersi a medici esperti, che potranno così aiutare comunque, se pur a distanza, tutte quelle persone che manifestano dei problemi sempre più frequenti di anomalie cutanee complesse.

[via]