3d-printed-pizza-650x0

 

La pizza è una degli alimenti più amati in tutto il mondo, e noi lo sappiamo bene! Sicuramente tutti gli amanti della pizza non potranno che gioire della nuova tecnologia delle stampanti 3D che presto potrebbero materializzarla direttamente a casa nostra, pronta per essere gustata.

Natural Machines, un’azienda startup di Barcellona, ​​ha sviluppato un prototipo di stampante 3D chiamato Foodini che può “sfornare” in pochissimo tempo una vera pizza commestibile dall’aspetto proprio uguale a quello al quale siamo abituati quando, il Sabato sera, andiamo in pizzeria con gli amici.

Questa non è la prima volta che qualcuno prova a stampare in 3D del cibo, questo ma è senza dubbio uno dei migliori tentativi fatti finora. Anche la NASA ha lavorato sulla stampa di cibo 3D per un bel po’ di tempo, e diverse altre organizzazioni hanno realizzato dei video su quello che risulta essere un concetto più che vitale tra le aziende. La maggior parte di questi primi tentativi hanno dato come risultato una pizza dall’aspetto non esattamente appetitoso.

Foodini, invece, può effettivamente fare una pizza che non sembra niente male. Si parte da un flusso dell’impasto versato in una stretta spirale, poi viene ripetuto lo stesso processo con la salsa di pomodoro. Il formaggio e i condimenti sono spruzzati sopra a mano. Foodini non realizza solo pizza, ma anche torte, biscotti, cioccolatini, e persino ravioli ripieni. Ecco di seguito il video che mostra la stampante-chef in azione.

Attualmente il dispositivo è ancora solo un prototipo della versione, ma Natural Machines sta lavorando per portare il progetto allo stato finale e iniziare così la produzione di massa. Alla fine, Foodini sarà destinato ad essere utilizzato come un elettrodomestico, esattamente al pari di un forno a microonde o di un frigorifero, e molte sarebbero anche le potenziali applicazioni a livello aziendale. 

[via]