gsmarena_002

L’HTC, nel corso degli ultimi mesi, non ha avuto un bilancio positivissimo, nonostante abbia sfornato prodotti stellari come l’ HTC One (solo a Novembre ha avuto un calo del 27% rispetto lo stesso periodo del 2012). A questo si aggiunge la minaccia Nokia, che porta ormai da diverso tempo una battaglia legale a causa di alcuni brevetti.

La società finlandese ha vinto una causa contro HTC, in quanto il giudice Arnold dell’Alta Corte di Inghilterra e Galles ha disposto un’ingiunzione nei confronti del produttore Taiwanese, a causa della violazione del brevetto EP0998024 di Nokia sulla “struttura modulare per un trasmettitore e una stazione mobile“.

HTC si difende sostenendo che la tecnologia è parte dei chip Qualcomm e dovrebbe essere coperta da un accordo tra Nokia e Qualcomm. Tutto questo senza alcun risultato. Il giudice ha infatti emesso l’ingiunzione a favore di Nokia, che è stata poi spostata a Venerdì per dar tempo all’ azienda Taiwanese di presentare il ricordo d’appello.

In ogni caso, a partire dal 6 Dicembre, dovranno essere rimossi dal mercato UK tutti gli HTC One mini.
A rischio, per lo stesso brevetto, anche l’ HTC One.

Momentaneamente il nostro paese non è a rischio anche se, in queste situazioni, la formazione di una “catena di ban” non è da escludere ma è anzi molto probabile.

via