jolla devices2

 

Sailfish OS è il sistema operativo nato dalle ceneri di MeeGo installato sul Nokia N9, unico smartphone a montarlo, e ora è parte integrante del nuovo smartphone Jolla, anch’esso finlandese come Nokia.

Il 27 novembre sono partite le vendite, per ora solo in Finlandia, del nuovo smartphone Jolla che ha un prezzo non proprio economico, 399€ e con le seguenti specifiche:

  • display QHD da 4,5 pollici con Gorilla Glass,
  • un processore dual-core a 1,4GHz,
  • 1GB di RAM,
  • 32GB di memoria interna,
  • il supporto alle reti 4G – LTE,
  • fotocamera posteriore da 8 megapixel con autofocus e flash LED, anteriore da 2 megapixel,
  • batteria removibile da 2100 mAh.

Il prezzo relativamente alto è giustificato dal fatto che è il primo modello presentato e quindi una sua diffusione a livello globale potrebbe farne scendere il prezzo.

La cosa interessante, comunque, è il sistema operativo che nasce open source, esattamente come Android, e che vuole rimanere tale, almeno nelle intenzioni attuali.

La caratteristica principale del sistema operativo Sailfish è che non necessita di tasti fisici o virtuali, ma si comanda esclusivamente con le gestures, supporta le applicazioni Android e sfrutta le mappe di Nokia e, a detta del CEO Tomi Pienimäki, si potrà installare sui dispositivi Android esattamente come avviene oggi con Ubuntu Touch che però è ancora in una versione instabile e solo per alcuni smartphone.

Leggi anche:  Nokia 2 ufficiale anche in Italia: analizziamo design, specifiche e prezzo

Altra cosa molto interessante sono le “other half“, in pratica si tratta delle cover posteriori che hanno non solo funzione estetica ma contengono al loro interno dei chip che consentono di variare le caratteristiche dello smartphone secondo le nostre esigenze, c’è già chi pensa a cover con tastiera fisica.

Le premesse ci sono tutte per sfondare in un mercato dominato da iOS e Android, speriamo di poterlo testare quanto prima per verificarne effettivamente la validità.

via