Intel-logo

Dopo vari annunci relativi l’arrivo di chip a 64-bit, Intel non si è fatta attendere, affermando che le CPU prodotte dai sui laboratori nel corso del prossimo anno, saranno all’altezza di quelle ARM, Qualcomm e Nvidia.

All’infuori di ARM, la tecnologia a 64-bit non è nulla di nuovo. Intel non dovrebbe avere dunque problemi a progettare chip con tale architettura sulle piattaforme Bay Trail Atom.

Durante l’evento tenutosi ieri, Hermann Eul di Intel, ha riferito che la compagnia è molto interessata a portare i 64 – bit verso Android. Intel ha anche  mostrato una demo relativa al primo chip a 64-bit in esecuzione sulla piattaforma Bay Trail con a bordo il nostro robottino verde, destando uno stupore certamente positivo.

Secondo Eul ,i dispositivi che lavoreranno su Android potrebbero arrivare già nella prima metà del prossimo anno.

Con quasi tutti i principali produttori di chip che iniziano a sfornare questi nuovi chip, diventa ovvio presupporre che l’era dei 64-bit su mobile sia iniziata.

Cosa ne pensate? E’ veramente il caso di passare ai 64-bit? Fateci sapere la vostra nei commenti.

via