note3

Tutti lo sappiamo, purtroppo, provandolo a nostre spese qual è il problema degli smartphone e cioè la durata della batteria.

Negli anni le batterie sono state sempre più maggiorate nell’amperaggio per cercare di garantirne una durata quantomeno giornaliera, ma contemporaneamente alla maggiorazione delle batterie sono aumentate anche le capacità e caratteristiche degli smartphone con processori più performanti, display maggiori, GPU più complesse per garantire una qualità grafica sempre più definita.

Ora in quest’ottica il Galaxy Note 3 dovrebbe essere svantaggiato dato che ha una potenza non indifferente, nonostante si parli di benchmark truccati, di un display enorme con i suoi 5,7 pollici e FullHD quindi con una definizione elevatissima. Invece non è così, non è svantaggiato affatto, anzi.

La batteria da 3200 mAh assicura una durata eccezionale arrivando tranquillamente a sera con ancora un 30% di carica avendolo testato con un utilizzo normale, senza esagerare.

Utilizzo normale

Poi il test è andato avanti con un uso inteso del Note 3, mi ci sono messo di impegno per scaricarlo con Wi-Fi, GPS, Multischermo, Air Gesture, Air View, Stand by intelligente e sincronizzazione sempre attivi. Poi, ovviamente, con messaggi, mail, navigazione, telefonate e facebook, tanto facebook, per non parlare poi dei giochi come Real Racing 3, Fifa 14 e Dead Trigger.

Utilizzo intenso

Dopo tutto questo il Note 3 è al 17% di carica con ben 19h 34m 44 s all’attivo sulla batteria cioè dopo un giorno e mezzo di utilizzo. Che dire se non eccezionale questo è l’unico aggettivo che mi viene in mente in riferimento alla durata della batteria, decisamente migliorata rispetto al Note 2 che pur ha una durata ottima. Promosso a pieni voti anche sulla durata della batteria.

Samsung Galaxy Note 3 bianco su Globalworkmobile.com

Samsung Galaxy Note 3 nero su Globalworkmobile.com