androC’è ancora chi insiste a chiamarli telefonini, ma fatto sta che nei moderni smartphone la parte telefonica è ormai solo una delle tante funzioni disponibili e, in molti casi, non è nemmeno quella più utilizzata. Chiamati così proprio per le caratteristiche che li rendono “intelligenti“, gli smartphone possono sostituire decine di dispositivi. Questo evoluto e minuto mix di tecnologia permette di svolgere svariati compiti, compreso quello di agire autonomamente. Proprio così e anche se ancora non è in grado di pensare l’utilizzo di un software appositamente realizzato ci consente di educare lo smartphone per compiere determinate azioni senza richiedere il nostro intervento.


Il software capace di tale prodigio tecnologico si chiama Llama, un’app gratuita per dispositivi Android con la quale è possibile istruire profili che eseguono determinate operazioni in base al luogo in cui ci troviamo o altri fattori. Ad esempio, possiamo addestrare Llama per cambiare il profilo o spegnere il telefono quando entriamo nel luogo di lavoro, disabilitare il Wi-Fi quando usciamo di casa per risparmiare la batteria, modificare la suoneria in determinati orari o giorni e, addirittura, riprodurre un messaggio vocale (TTS) personalizzato. È importante precisare che Llama non ricorre al GPS per stabilire il luogo in cui ci troviamo, bensì si avvale del segnale trasmesso dalle celle, per cui se vogliamo impiegarlo su un tablet, possiamo farlo solo se si tratta di un dispositivo dotato di connettività 2G/3G, ovvero tutti quelli in cui è possibile inserire una SIM. Inoltre, per configurare i vari luoghi (ad esempio casa, lavoro, palestra) è indispensabile trovarsi fisicamente sul posto. Registrati i luoghi, possiamo iniziare a sbizzarrirci con l’associazione degli eventi. In realtà quelli più utili sono già configurati e basterà solo attivarli. Un evento non è altro che la condizione in cui dovrà trovarsi il telefono per eseguire un’azione. Nella maggior parte dei casi gli eventi vanno necessariamente in coppia, uno che accenda qualcosa e uno per spegnerla. Ad esempio, se abbiamo creato un evento che disabilita il Wi-Fi quando usciamo di casa, dobbiamo crearne uno che lo riabilita al nostro ritorno. Le azioni che si possono associare sono innumerevoli e, oltre alle funzioni del dispositivo, solo alcune delle quali richiedono privilegi di root, si possono chiamare in causa anche le app installate. Le possibilità di Llama sono infinite, saranno le nostre esigenze e le capacità di utilizzarlo a essere l’unico limite di questa incredibile app.

Leggi anche:  Android: ecco quali app non disinstallare assolutamente

IMPOSTAZIONI PRONTE PER L’USO

I profili presenti nell’omonima scheda di Llama non sono altro che un set d’impostazioni che riguardano principalmente suonerie e notifiche. Un tap prolungato sul profilo apre le relative opzioni, tra cui quella per modificare le impostazioni e personalizzare volume e suoneria. Associando il profilo a un evento, Llama modificherà automaticamente il set di avvisi e notifiche. Oltre al luogo cosi come mostriamo nei passi, l’azione può essere associata anche a eventi che riguardano giorno, ora o svariate altre condizioni. Ad esempio, possiamo addestrare Llama per impostare un profilo quando siamo a casa e uno quando andiamo a lavoro, azzerare il volume nelle ore notturne e in specifici giorni della settimana e cosi via.

Installiamo Llama dal Play Store (badge presente in fondo all’articolo), avviamolo e tappiamo su Accept. Come prima cosa registriamo i luoghi (Zone). Casa e Lavoro sono già inseriti ma vanno registrati. Tappiamo sul luogo da registrare (quello in cui ci troviamo), scegliamo Inizia addestramento zona e spuntiamo 30 secondi.

Associamo il luogo a un evento. La scheda Eventi ne contiene alcuni preconfigurati. Per crearne nuovi tappiamo sul tasto + e Aggiungi Condizione. L’elenco di condizioni che attiverà l’evento è lungo. Per l’esempio abbiamo scelto Esci da zona selezionando quella registrata in precedenza.

Possiamo aggiungere condizioni multiple e tappare su Aggiungi Azione per indicare quelle da intraprendere. Scegliamo WiFi/WiFi Non Attivo per disattivarlo automaticamente quando lasceremo la zona. Anche le azioni possono essere combinate e spuntando Attivo renderemo operativo l’evento.

[Via]