Onetouchstar1

 

Alcatel Onetouch Star ci è stato fornito (insieme all’Idol Ultra) direttamente da Alcatel, con cui siamo lieti di collaborare, per portare alla vostra attenzione e conoscenza i suoi ottimi prodotti.

Questa è la mia prima esperienza con un prodotto Alcatel e devo dire di esserne rimasto molto colpito per la qualità costruttiva, hardware e software, che rendono l’Alcatel Onetouch Star un eccellente acquisto con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Ma andiamo subito al dunque e analizziamo nel dettaglio questo Alcatel Onetouch Star partendo dalla confezione, a seguire il video dell’unboxing:

Caratteristiche estetiche.

Lo Star 6010D ha un display AMOLED 4 pollici WVGA, 480×800, con ottima risoluzione a 16 milioni di colori.  Pannello in vetro con rivestimento oleorepellente “Oleophobic coating”, Corning Gorilla Glass. Le dimensioni  sono 117.9×60.8×9.7 millimetri per un peso di 119.5 grammi, che lo rendono molto leggero e maneggevole.

star 3

Nella parte anteriore oltre la fotocamera frontale VGA e il LED delle notifiche, monocromatico, non troviamo altro in quanto i tasti (back, menù, home) sono virtuali. Sul bordo sinistro troviamo il bilanciere del volume, quello destro è pulito; sul bordo in alto sono collocati il tasto accensione/spegnimento e la presa per il jack audio da 3,5mm, nella parte posteriore troviamo il microfono per l’attenuazione dei rumori, la fotocamera da 5 Mpx con flash a LED e lo speaker. Sulla parte inferiore troviamo il microfono e la porta microUSB.

È disponibile in quattro colori silver, cranberry pink, white, gun grey. Ottimi i materiali plastici con cui è realizzalo l’Alcatel Star che, oltre a donargli un aspetto elegante, almeno nella colorazione silver che abbiamo provato, gli donano grande solidità nonostante la grande leggerezza.

Hardware.

Asportando la cover posteriore, che ben aderisce allo smartphone, troviamo i vani per le due micro sim, essendo un dual sim, e lo slot per la microSD (fino a 32GB). La batteria da 1500 mAh ha un’ottima durata che, se associata alla funzione di risparmio energetico, ci fa passare tranquillamente la giornata e possiamo ricaricare il mattino seguente con tutta calma in quanto la batteria ha ancora un 30% di carica che ho volutamente portato fino all’1% per vedere quanto avrebbe resistito senza spegnersi e l’Alcatel Onetouch Star 6010D ha superato brillantemente la prova. Ottimi anche i tempi di ricarica che in un paio d’ore restituiscono la batteria al 100%.

Screenshot_2013-08-16-15-11-28

Lo Star è mosso da un processore MediaTek MT6577 dual core con clok a 1GHz, 512MB di RAM e una memoria integrata di 4 GB, con 2,4 GB a disposizione dell’utente. RAM e ROM, come spesso capita con gli entry level, sono molto poche anche se nel normale utilizzo non ho mai avuto problemi con la RAM e tra le impostazioni si ha la possibilità di scegliere il supporto di archiviazione che ci dovrebbe assicurare una certa autonomia anche da questo punto di vista.

La fotocamera da 5 Mpx fa il suo dovere ma non le si può chiedere più di tanto nel senso che soffre, così come per i video, la messa a fuoco con zoom al massimo.  Tra le funzioni della fotocamera troviamo HDR, panorama, riconoscimento del volto e del sorriso, touch focus, 3D photo, foto a 360° e scatto continuo. La registrazione video può avere una risoluzione massima HD a 720p con fuoco continuo ed effetti in tempo reale. La fotocamera anteriore ci consente di poter effettuare sia le classiche videochiamate sia quelle per applicazioni VoIP.

Alcatel Star (6)

Software.

Android Jelly Bean 4.1.1 è il sistema operativo montato sull’Alcatel Onetouch Star e credo difficilmente riceverà aggiornamenti a versioni Android superiori a causa dell’hardware di cui è dotato. Molto carina l’interfaccia grafica con le icone con bordi arrotondati che donano un aspetto diverso dal solito e che potrebbe non piacere a chi cerca un terminale diciamo “serio”. Credo che, comunque, questo tipo di persone non sia il target che Alcatel ha pensato per lo Star 6010D (parere assolutamente personale).

Screenshot_2013-08-17-19-11-23

Ottimo il browser nella fluidità, nel pinch to zoom e nel pan. È pre-installato anche Chrome ma con il browser stock si naviga benissimo.

Come in tutti i device con processore Mediatek, nelle impostazioni troviamo la possibilità di poter programmare l’accensione del telefono, cosa che trovo ottima per l’utilizzo della sveglia senza dover lasciare lo smartphone acceso con consumo del tutto inutile della batteria.

Il player video permette la riproduzione dei file a 480p e in formato DivX, anche se con qualche rallentamento successivo alla ricerca di un punto del video. Buono anche il player audio che offre una buona qualità di riproduzione sia tramite cuffie auricolari che tramite il vivavoce integrato. Presente anche la radio FM che utilizzo molto e mi fa piacere che ci sono produttori che continuano a inserirla nella dotazione dei propri smartphone.

Fanno parte della dotazione software dell’Alcatel OneTouch Star alcune applicazioni pre-caricate come AVG antivirus, barcode scanner, una tastiera wireless, tethering rapido, meteo, un file manager ed un “cloud backup”.

Connettività.

Il device è un Dual SIM Dual Standby con supporto alle reti quadribanda GSM/GPRS/EDGE e dual band UMTS/HSPA (7.2Mbps/5.76Mbps). Il 3G è attivabile, a scelta, solo su una delle due SIM cosi come il roaming dati. Tra le altre caratteristiche troviamo la connettività WiFi 802.11 b/g/n monobanda, WiFi Direct, WiFi hotspot, Bluetooth 4.0, micro USB 2.0, DLNA (Media Share), ricevitore GPS con A-GPS, accelerometro, G-sensor, E-compass e radio FM.

Parte telefonica e messaggistica.

Partiamo con la parte telefonica. Buona la qualità audio tramite capsula auricolare cosi come quella percepita dal nostro interlocutore, il volume dell’audio non è altissimo e potrebbe essere difficile capirsi in situazioni di rumore intenso, ma il suono è pulito. In vivavoce, invece, l’audio è un po’ gracchiante ma nulla di scandaloso.

Screenshot_2013-08-17-19-11-37

Per la parte messaggistica, abbiamo SMS ed MMS e un client mail che permette la gestione delle cartelle IMAP e la visualizzazione di messaggi in formato HTML. Questo mi sembra anche l’ambito giusto per parlare della tastiera, classica di Android, è rapida e precisa. Nessun problema per quanto riguarda l’autocorrezione, peccato non si possa utilizzare la tastiera 3×4 che io prediligo.

Conclusioni e giudizio.

Alcatel Onetouch Star è uno smartphone di fascia bassa ma che ha alcune caratteristiche che lo collocano in una fascia superiore. Per questo motivo il prezzo, che si aggira sui 170-180€, è più elevato di un entry-level, che si può trovare anche a meno della metà, che, però, non ha Android Jelly Bean di cui invece lo Star è dotato. Le altre caratteristiche che lo collocano in una fascia media sono il display AMOLED da 4 pollici, il led delle notifiche, la fotocamera frontale, e quella posteriore da 5 Mpx con flash. Tutte dotazioni, queste, che non troviamo certamente in un entry level da 70-80€ e anche più.

Oltre questo la sensazione di robustezza unita alla leggerezza e alla maneggevolezza di questo smartphone me lo fanno preferire rispetto ad altri di pari livello. Ottima anche tutta la fluidità del sistema senza alcun impuntamento o lag.

Certo, ci sono anche aspetti negativi tra i quali annovero la scarsa capacità di memoria e di RAM che, purtroppo, limitano l’utilizzo di applicazioni molto pesanti. Da quanto letto sulla pagina facebook di Alcatel Italia molti si lamentano per l’eccessivo riscaldamento dello smartphone quando si utilizza in modo intenso. Si è vero si riscalda, ma assolutamente nella norma di quanto ho potuto constatare anche con altri smartphone, di certo non è da ustione come qualcuno ha scritto in post.

In conclusione se siete in cerca di un dual sim dall’ottima fattura, leggero, maneggevole ed economico vi consiglio vivamente l’Alcatel OneTouch Star 6010D.

Da qui è possibile scaricare il manuale del telefono.