facebook-screen

 

Facebook è il social network attualmente più diffuso e amato. Dedicargli troppo tempo, però, potrebbe provocare degli effetti alquanto negativo come l’infelicità.

Secondo un recente studio, è emerso che il 40% degli americani che accedono alla versione web di Facebook su base giornaliera, e questa risulta essere una quantità piuttosto significativa, afferma di farlo solo e semplicemente perché è divertente. E non diciamo così anche noi, dopotutto?

Facebook si è ormai insinuato silenziosamente nelle nostre vite ed è diventata pura normalità andare a vedere che cosa gli amici stanno facendo di bello, o assicurarsi di ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti da tutto il mondo. Tuttavia, un recente studio di psicologia sociale portato avanti da Ethan Kloss e la sua squadra ha scoperto che, invece di essere felici quando si accede a Facebook, più persone accedono a Facebook, e apparentemente più infelici diventano! Va notato notato comunque che questo studio è stato condotto su una base piuttosto ristretta, formata da solo 82 giovani adulti, anche se risulta essere comunque una conclusione interessante.

Leggi anche:  Facebook, il sistema di news feed non sta combattendo le fake news

Secondo Kloss, “In superficie, Facebook fornisce una risorsa inestimabile per soddisfare il bisogno umano di base per la connessione sociale […] Ma piuttosto che migliorare il benessere, abbiamo trovato che l’uso di Facebook produce il risultato opposto. Esso lo mina.”

E voi cosa ne pensate? Accedere a Facebook vi rende più felici o vedere foto e leggere stati e commenti vari vi fa spegnere la schermata molto più neri in volto?

[Via]