sad-adnroid

Gli smartphone recenti sono sempre più veloci con caratteristiche tecniche al pari di computer però anche avendo un device di tutto rispetto spesso ci accorgiamo di lag e rallentamenti, seguendo questi semplici passaggi potremmo migliorare o addirittura eliminare questi fastidiosi fenomeni, vediamo come

  1. HOME SCREEN: Partiamo dal banale ma da quello che usiamo di più in un device, stiamo parlando della homescreen, controllate tutti widget a schermo ed eliminate magari qualche widget che non utilizzate oppure qualche scorciatoia o cartella risparmiando così un pò di memoria ram, se avete già la home bella e ordinata passiamo al prossimo passaggio
  2. APPLICAZIONI: Spesso succede di installare anche solo per provare tante applicazioni che poi realmente non utilizziamo, fare una controllatina nell’app drawer ed eliminare app superflue ci permetterà di liberare ulteriore spazio anche perchè ricordiamo che molti applicativi hanno spesso e volentieri dei processi attivi in background che quindi consumano memoria e batteria
  3. CACHE E DATI APPLICAZIONI: Quando eliminate un’applicazione spesso rimangono comunque dei residui quindi consigliamo prima di procedere alla disinstallazione seguendo il percorso impostazioni->applicazioni selezionando l’app desiderata cancellare i dati e la cache e solo dopo procedere all’eliminazione
  4. APPLICAZIONI PREINSTALLATE: Spesso ci ritroviamo da subito o in seguito a qualche aggiornamento delle app di sistema che però realmente non utilizziamo e quindi ci consumano solo memoria, se avete provato a disinstallarle avrete visto che non è possibile però si possono disattivare e quindi congelarle facendole sparire anche dall’app drawer semplicemente seguendo il percorso  impostazioni->applicazioni->tutte e selezionando l’applicazione che non vi interesa cliccate su disattivaSe dopo qualche tempo volete far ritornare le cose come erano in origine vi basta seguire lo stesso percorso e cliccare quindi attiva.
  5. LIVE WALLPAPERS: Se avete un terminale non troppo recente o comunque con caratteristiche inferiori alla media evitate i live wallpapers visto che consumano più memoria di un classico sfondo statico
  6. ARCHIVIAZIONE DATI: Ogni tanto svuotare un pò di memoria di archiviazione non fa di certo male al terminale visto che un telefono pieno come un uovo sarà molto più lento di uno con più di metà memoria vuota.
  7. WAKE LOCK: A volte ci sono delle applicazioni che funzionano piuttosto male e “svegliano” ripetutamente il nostro telefono anche quando è in standby rendendolo quindi più lento e facendo consumare anche più batteria. Tramite la semplice applicazione WakeLock Detector  scaricabile qui  potrete monitorare le app che abusano delle risorse del terminale.
  8. CLEAN MASTER: Quest’applicazione vi permetterà tramite un semplice click di pulire molte parti del sistema che sono spesso colme di file obsoleti e inutili dando nuova vita al vostro terminale. L’applicativo presenta inoltre un pratico widget che vi permetterà di fare direttamente dalla vostra home una pulizia veloce quando vedete che il vostro smartphone fatica un pò. Potete scaricare quest’app a questo link. Naturalmente questa è solo un’indicazione, sul Play Store esistono molte applicazioni similari.
  9. TEMPERATURA: Ricordatevi che il vostro smartphone non è altro che un ammasso di componenti elettronici e microchip, prodotti che funzionano meglio a temperature basse. Di conseguenza quindi se notate che il telefono è molto caldo le prestazioni potrebbero leggermente abbassarsi quindi se la situazione è insostenibile aspettate giusto un minuto che la temperatura cali e la situazione dovrebbe migliorare. Questo è un caso che succede molto spesso quando si usa il terminale mentre è sotto carica con un conseguente riscaldamento maggiore alla norma.
  10. ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO: Se proprio il vostro telefono non ce la fa più ed ha la reattività di una lumaca in salita mi sa che dobbiamo ricorrere alle maniere forti. Pensate all’ultima volta che avete fatto una bella pulita generale e facendovi questo esame di coscienza capirete che forse non è il vostro smartphone a trattarvi male ma il contrario. Ogni tanto fare una bel reset alle impostazioni iniziali non fa male e anche essendo una scocciatura su con la vita, con tutti i metodi di backup automatici la passerete più liscia di chi doveva formattare un telefono qualche anno fa.

Queste sono solo delle indicazioni apprese durante l’utilizzo, se avete qualche ulteriore suggerimento potete aggiungerlo nei commenti, naturalmente tutti e 10 i punti vanno bene anche per qualsiasi Tablet Android.

Il vostro smartphone è quindi lepre o lumaca?